Iscriviti

Amici Speciali, Irama: "Molta verità nel monologo per Floyd"

Irama, vincitore di Amici speciali, i cui proventi sono stati destinati alla Protezione Civile per l'emergenza Covid-19, parla del successo del singolo "Mediterranea", dell'ansia per il monologo su George Floyd e non gli dispiacerebbe un giorno recitare.

Televisione
Pubblicato il 8 giugno 2020, alle ore 15:58

Mi piace
8
0
Amici Speciali, Irama: "Molta verità nel monologo per Floyd"

Venerdì scorso si è conclusa la prima edizione di Amici Speciali, il programma ideato e condotto da Maria De Filippi per aiutare la Protezione Civile con apparecchi e strutture adeguate per combattere il Covid-19. Irama si è aggiudicato il premio finale battendo il favorito della vigilia, ovvero Michele Bravi. Irama aveva già vinto il talent di Amici nella formula classica nel 2018. 

Un programma di 4 puntate in cui gli obiettivi, tra cui 119mila tamponi, 30mila mascherine ffp2, 3 apparecchiature per la terapia sub-intensiva, 3 apparecchiature per la terapia intensiva, rimborsi per 15 operatori socio sanitari e per 7 medici volontari per 30 giorni, 1000 tute speciali anti-Covid-19, oltre ai proventi del televoto, sono stati portati a termine.

Oltre alla vittoria ad Amici Speciali, si gode anche il successo del singolo “Mediterranea” che si candida a essere uno dei tormentoni dell’estate e che sta avendo grandissimo successo con più di 5.6 milioni di streaming. Per quanto riguarda il programma, confessa di averlo vissuto in modo completamente diverso, senza l’ansia e lo stress di una gara, in quanto lo scopo era benefico.

Per lui, il monologo su George Floyd è stato un momento molto importante che gli ha permesso di toccare corde diverse dal solito e soprattutto si è calato in un ruolo in cui è riuscito a esprimere le sue sensazioni, emozioni ammettendo che “ho fatto molta fatica a raccontarmi recitando, anche se non stavo proprio recitando perché c’era molta verità, in quel momento“. Una esperienza che gli è piaciuta, e, in futuro, non gli dispiacerebbe cominciare un percorso in tal senso, magari seguendo un corso di recitazione

Con “Mediterranea”, il singolo che sta spopolando, confessa di aver voluto conoscere una parte leggera e diversa di sé. Il pubblico forse l’ha apprezzata anche per questa ragione, soprattutto considerando il periodo che si sta vivendo per via della pandemia in corso. Nonostante la leggerezza, è un brano ricco di cultura e sfumature, che abbraccia tutto il Mediterraneo, proprio come dice il titolo. 

 Inoltre, custodisce in modo geloso e quasi morboso la sua vita privata, in quanto apprezza di un artista il suo lato sensibile e musicale, non certo i gossip o pettegolezzi riguardo la situazione sentimentale che lasciano il tempo che trovano.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Con questa sua partecipazione e vittoria ad Amici Speciali, Irama si conferma di essere un grande artista e il successo dei suoi brani è un esempio in tal senso. "Mediterranea" ha qualcosa di leggero e fresco che piace e attira, rischiando di bissare il successo di "Nera". Il monologo su George Floyd ha commosso e colpito moltissimo, anche grazie alla sua sensibilità ed espressività nel recitarlo. Non sarebbe male vederlo nei panni di attore.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!