Iscriviti

With me, l’app 3D che farà fare selfie con i defunti, e con i VIP

Al MWC 2017 di Barcellona, oltre all'hardware, anche il software è stato protagonista, con diverse applicazioni destinate ai device mobili. Tra le tante, quella che più ha incuriosito è stata "With me", che permetterà di realizzare selfie col caro estinto.

Software e App
Pubblicato il 6 marzo 2017, alle ore 10:42

Mi piace
12
0
With me, l’app 3D che farà fare selfie con i defunti, e con i VIP
Pubblicità

Chi pensasse al passato MWC 2017 di Barcellona come ad una fiera per soli dispositivi hardware, si sbaglierebbe di grosso. Nel corso della fiera spagnola, dedicata alla tecnologia mobile, si è parlato molto anche di applicazioni e, tra queste, quella che più ha destato la curiosità dei visitatori è stata “With me”, che permette di scattare selfie con…il caro estinto!

L’idea di “With me”, applicazione sviluppata dalla sudcoreana Elrois, azienda esperta nel riconoscimento 3D, nasce dall’intenzione di permettere, alle persone che hanno perso un parente o un amico, di metabolizzare al meglio il lutto, creando ulteriori ricordi in comune: a suon di selfie. 

Il modo in cui “With me” ci riesce non ha nulla di arcano, e magico: semplicemente, si tratta di utilizzare uno scanner 3D per acquisire le foto, da diverse angolazioni, di una data persona che non c’è più. Il software si occuperà di tradurre queste informazioni in un modello tridimensionale che, però, sarà dotato di intelligenza artificiale: in questo modo, potrà interagire con l’essere umano, assumere le pose più idonee ad uno scatto (es. porgere la guancia se l’altro esibisce una “duck face”), e – persino – dire la cosa giusta, nel caso di un video. 

Il principale campo di applicazione di “With me” riguarderà coloro che hanno perso una persona cara, un po’ come il portavoce di Elrois, Eun Jin Lim, che ha rimpianto di non avere alcuna foto con la nonna, da poco scomparsa: d’ora innanzi, un tale gap sarà colmabile con l’app in questione che, però, potrà tornare utile anche in altri casi.

Per esempio, nella circostanza di persone, amici, parenti, che siano unite da un legame a distanza, o nella casistica delle persone timide, magari segretamente innamorate di qualcuno per il quale non hanno il coraggio di dichiararsi.

Oltre a ciò, Elrois fa sapere di essere al lavoro per un e-shop in cui sarà possibile acquistare l’avatar di VIP e personaggi famosi, onde poter realizzare simpatici siparietti fotografici col proprio divo del cuore: nel frattempo, molto del successo di quest’app dipenderà (come nel caso dei selfie 3D di Snapchat) dal diffondersi delle tecnologie di scansione 3D nei moderni smartphone (es. come nel Lenovo Phab2 Pro), grazie ai quali – appunto – è nato il fenomeno “selfie”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non so come valutare quest'applicazione. Fare foto con una persona che non c'è più è un tantino macabro: che, poi, possa aiutare a superare il lutto, è un altro paio di maniche. Peggio ancora il coltivare una insana passione per qualcuno che non ricambia: gli unici campi meritevoli d'applicazione, mi sembrano quelli dei legami a distanza (ma esiste già Skype, no?) e quello - spassoso, se non inteso in forma di stalking virtuale - di chi ama farsi foto col proprio divo di turno. Di sicuro, se quello di "With me" era solo un modo per attirare l'attenzione sul proprio core business, direi che Elrois v'è riuscita appieno.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!