Iscriviti

WhatsApp introduce un’importante novità che riguarda le immagini

Il nuovo aggiornamento di Whatsapp, siglato con il numero di versione 2.18.61 (iOS) o 2.18.156 (Android), renderà quasi istantaneo il caricamento delle immagini grazie al 'Predicted Upload'.

Software e App
Pubblicato il 31 maggio 2018, alle ore 17:49

Mi piace
3
0
WhatsApp introduce un’importante novità che riguarda le immagini

WhatsApp è, al giorno d’oggi, una tra le applicazioni per la messaggistica istantanea più utilizzate al mondo. Varie ragioni possono spiegare il raggiungimento di un risultato così elevato (ed ambito anche da molte applicazioni concorrenti). Come prima cosa si può citare l’interfaccia utente, studiata per essere il più possibile comprensibile anche da parte dei meno avvezzi alla tecnologia. Un secondo aspetto può essere dovuto alla possibilità di inviare diversi tipi di contenuti, oltre ai classici elementi testuali (per esempio, un’immagine, o un video).

Gli elementi multimediali, tuttavia, occupano uno spazio notevolmente maggiore rispetto ai classici messaggini e, per questo motivo, è necessario più tempo affinché gli stessi possano essere trasmessi al destinatario. L’ultima versione di Whatsapp introduce una funzionalità che, per l’appunto, punta a minimizzare il tempo di attesa necessario per inviare il contenuto.

La notizia, divulgata da WABetaInfo, cita una nuova funzionalità nota come Predicted Upload che, a livello concettuale, presenta un funzionamento molto semplice. Se fino a ieri una determinata immagine era spedita ai server solo dopo la conferma dell’utente, da oggi la stessa sarà caricata ancor prima che l’utente clicchi sulla dicitura ‘Fatto’ o ‘Invia’. In questo modo, non appena l’utente clicca sul suddetto pulsante, potrà notare che il contenuto multimediale è già giunto presso i server di Whatsapp.

Stando a quanto riportato dalla stessa fonte, la nuova funzione dell’app dovrebbe garantire una netta diminuzione dei tempi di caricamento (da un punto di vista dell’utente). Nello specifico, la classica ‘rotella’ che notifica il caricamento in corso sarà presente per soli 0,0001 secondi (l’utente vedrà, infatti solo le classiche spunte).

Per verificare se tale funzionalità è già presente nella vostra versione dell’applicazione, è sufficiente fare un semplice test pratico. Bisogna selezionare un qualsiasi contatto a cui inviare un’immagine e, prima di inviare il contenuto, attendere per 5 secondi circa nell’area di selezione. Dopo ciò, se immediatamente dopo il clic sul tasto ‘Invia’ l’immagine risulta correttamente inviata vuol dire che, con ogni probabilità, si sta già usufruendo della nuova opzione.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - Il cosiddetto Predicted Upload di WhatsApp, a ben vedere, non introduce notevoli innovazioni tecniche. Non si tratta infatti di elaborate tecniche di compressione delle immagini, oppure altri meccanismi in grado di velocizzare la fase di upload. L'app, infatti, si limita a caricare prima il contenuto in modo da renderlo immediatamente disponibile al destinatario in caso di invio. Resta da vedere come reagirà la clientela, e se riterrà tutto ciò utile oppure un nuovo, possibile, attacco alla privacy (le foto selezionate, anche se l'utente ha cambiato idea, sono già residenti sui server dell'azienda).

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

31 maggio 2018 - 17:52:35

Sì, ma se l'utente cambia idea, le immagini vengono cancellate dai server.

0
Rispondi