Iscriviti

Whatsapp: finalmente le videochiamate ed il supporto nativo alle GIF

Whatsapp ha comunicato, con un post nel suo blog ufficiale, una serie di novità distribuite col suo ultimo aggiornamento: finalmente arrivano le videochiamate (su iOS, Android, e Windows Mobile) e anche la web app guadagna qualcosa: il supporto nativo alle GIF

Software e App
Pubblicato il 15 novembre 2016, alle ore 11:37

Mi piace
4
0
Whatsapp: finalmente le videochiamate ed il supporto nativo alle GIF

In queste ore, Whatsapp ha comunicato – sul suo blog ufficiale – il rilascio in forma stabile delle videochiamate sulle versioni Android, iOS, e Windows Mobile della sua nota e diffusa applicazione di messaggistica che, già da tempo, comunque, annoverava – come grande successo – le chiamate solo vocali. In dote con la nuova versione di Whatsapp, anche diverse migliorie per quanto riguarda la modalità basata su browser web

Finalmente, dopo un periodo di test piuttosto lungo, lo staff di Jan Koum – fondatore e CEO di Whatsapp – si è deciso e, proprio in queste ore, ha avviato il roll-out – in forma stabile – delle videochiamate su tutte le versioni del celebre messenger: quindi, tra gli utenti di iOS, Android, e Windows Mobile, saranno ben 1 miliardo le persone che potranno avvalersi di questa nuova feature comunicazionale. 

Per avvalersi delle videochiamate (non di gruppo, almeno all’inizio), la routine è la stessa delle chiamate solo voce. Aperta una chat, basterà cliccare in alto a destra sull’icona della cornetta e, tra le due opzioni disponibili, scegliere – questa volta – quella delle videochiamate. La finestra che andrà ad occupare, interamente, lo schermo del device sarà dedicata alla ripresa del nostro interlocutore mentre, a noi, spetterà un piccolo riquadro riposizionabile a piacimento: naturalmente, a nostra discrezione, potremo invertire le dimensioni dei 2 riquadri testé citati.

Sempre nella medesima schermata, una dockbar in basso, con pulsanti basilari, permetterà di silenziare la videocall, di passare in modalità chat testuale (mettendo il stand-by il video streaming), e di switchare tra videocamera anteriore – per riprendere noi – e quella posteriore – per mostrare al nostro interlocutore l’ambiente che ci circonda. La classica icona della cornetta rossa, infine, presiederà alla conclusione della video-conversazione che, in genere, già da ora, appare di buona qualità soprattutto se attuata sotto copertura d’una rete Wi-Fi (col 3 e 4G, a volte, ci sono ancora interruzioni). 

Secondo Whatsapp, le videochiamate – nella forma poc’anzi illustrata – sono, ormai, in via di rilascio per tutti gli utenti della piattaforma, indipendentemente dall’OS mobile posseduto (iOS, Android, WinMobile): quindi, scaricata l’ultima versione dell’app dal relativo app store, sarà solo questione di pazienza perché si possa video-telefonate con la grande W.

L’ultima versione di Whatsapp per Windows Mobile, la 2.16.288, oltre alle videochiamate, erediterà anche un’altra simpatica funzionalità: quella che permette, prima di inviare un’immagine, di arricchirla con disegni, scritte, ed emoji vari.

Non ultimo, una particolare menzione merita anche una piccola implementazione destinata alla web-app di Whatsapp: quest’ultima, col recente aggiornamento applicativo dell’app madre, guadagnerà il supporto nativo alle GIF che potranno esser create e condivise nella relativa piattaforma senza doversi attardare a riprendere, col supporto indiretto, link esterni che, poi, aprono – a loro volta – nuove finestre di dialogo. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Oh! Finalmente questa tiritera è finita! Era da mesi che si parlava dell'introduzione delle videochiamate su Whatsapp quando altre applicazioni similari implementano questa feature da tempo: qualcuna, come Skype, quasi dagli inizi. Quello che, ora, c'è da chiedersi è se, dopo tanta attesa, o proprio in virtù di quest'ultima, la funzionalità delle videochiamate avrà successo: considerando che, ogni giorno, vengono fatte 100 milioni di telefonate vocali tramite quest'app, la mia ipotesi è affermativa. Dopo gli SMS, dunque, Whatsapp manderà in pensione anche le tradizionali telefonate? E cosa ne penseranno mai gli operatori telefonici?

Lascia un tuo commento
Commenti
Daniela Saleri
Daniela Saleri

15 novembre 2016 - 12:19:13

Bellissimi entrambi quello a destra migliore

0
Rispondi