Iscriviti

Truffa su WhatsApp: ora tocca ai finti coupon "Acqua e Sapone" da 200 euro

"Acqua & Sapone" ha diffuso un allarme in merito ad una truffa che, circolante su WhatsApp, millanterebbe la possibilità di vincere alcuni suoi coupon per la spesa, da 200 euro.

Software e App
Pubblicato il 28 giugno 2017, alle ore 13:20

Mi piace
13
0
Truffa su WhatsApp: ora tocca ai finti coupon "Acqua e Sapone" da 200 euro

In tempi di crisi, i “punti Fedeltà” hanno una certa attrattiva sui consumatori italiani. Figurarsi i coupon che promettono cifre astronomiche di spesa gratis (ricordate il caso della Decathlon?): a quest’ultima fattispecie, appartengono numerose truffe che, di solito, circolano o per mail, o tramite i più diffusi messenger. È il caso – recente – anche dei finti voucher della catena “Acqua & Sapone” che, circolanti tramite WhatsApp, millanterebbero la possibilità di acquisti gratuiti per un valore di 200 euro: ecco, però, a che prezzo!

Nelle scorse ore, la nota catena “Acqua & Sapone”, specializzata nella distribuzione di prodotti per la cura dell’ambiente domestico e del proprio corpo, ha diramato un avviso, avvalendosi del canale social rappresentato dal suo profilo Facebook: nell’alert in questione, lo staff dell’azienda spiega che diversi utenti avrebbero dichiarato di aver ricevuto, tramite WhatsApp, un messaggio – dal tono piuttosto amichevole, spesso inviato anche da contatti amici (e non anonimi) – nel quale si spiegava che il brand di cui sopra, al fine di celebrare il suo anniversario/compleanno, aveva messo in palio dei buoni spesa del valore di 200 euro cadauno.

Non per tutti, però. Per avvalersene, era necessario re-indirizzare il messaggio verso altri 10 contatti e, oltre a ciò, compilare un facile sondaggio di appena 3 domande: ovviamente, per ottemperare alla richiesta, era necessari operare un click, con relativo pericolo di installare anche qualche pericoloso virus.

Il problema, tuttavia, non si fermava qui: la pagina di “atterraggio” del link, infatti, richiedeva – alla fine – di inserire i dati personali, in modo che l’hacker potesse sia iscrivere il malcapitato ad abbonamenti a tariffazione maggiorata che, nel contempo, appropriarsi di preziose informazioni personali, ottime da rivendere nei mercatini del Deep Web (il lato oscuro della Rete). 

Spiegazione a parte, Acqua & Sapone ha anche confermato che, naturalmente, non ha avuto alcuna parte in quest’iniziativa che, essendo falsa, è – pertanto – una vera e propria truffa: in questo caso, l’unico comportamento da adottare è quello di non cliccare ove richiesto, avendo cura di cancellare il messaggio ricevuto, e di avvertire – laddove possibile – il contatto dal quale lo si è ricevuto. Purtroppo, in casi del genere, arginare la diffusione della minaccia è l’unica prassi preventiva davvero valida da adottare.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Sui social e nei canali della posta elettronica, la truffa dei coupon è un evergreen che non conosce mai la stagione dell'oblio: questo induce a pensare che siano ancora molte le persone che, per un motivo o per l'altro, cascano in tranelli del genere. Fortunatamente, oggi giorno, internet mette a disposizione tante armi per difendersi e, tra queste, la possibilità di cercare informazioni e feedback per tutelare i propri diritti ed i propri interessi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!