Iscriviti

Player musicali originali per Android: Suamp, Auracle, SoundR Music

Ormai, la musica che ascoltiamo - quasi sempre via smartphone - non è più solo presente in locale, ed un buon lettore musicale che si rispetti deve anche aprirsi alle risorse del web: ecco, quindi, per Android, una rassegna di 3 valide alternative ad hoc.

Software e App
Pubblicato il 7 marzo 2017, alle ore 12:33

Mi piace
12
0
Player musicali originali per Android: Suamp, Auracle, SoundR Music
Pubblicità

Oramai possiamo dirlo: i lettori mp3 han fatto la medesima fine delle fotocamere compatte, e degli orologi: tutti dispositivi “fagocitati” dal polifunzionale smartphone. Dunque, anche per ascoltare la nostra amata musica, possiamo adoperare lo smartphone che usiamo per telefonare, messaggiare, e socializzare: a patto di avere le app giuste, ovviamente!

Suamp, lettore musicale “cloud based”

La prima applicazione che vi consigliamo, allo scopo, è “Suamp”, disponibile gratuitamente nel Play Store di Android. Si tratta di un lettore musicale in grado di supportare tutti i formati audio più popolari, e di attingere da svariate fonti: nello specifico, può leggere la musica della ROM e della microSD del telefono, captare le tracce da YouTube, e usare tutto ciò per elaborare delle playlist personali. Ovviamente, possono anche essere fruite le playlist, pubbliche e private, già disponibili sul Tubo googleiano.

La musica può essere riprodotta anche sull’infotainment dell’auto, grazie ad Android Auto, o su uno speaker Bluetooth (con A2DP), ed è sempre molto nitida, merito dell’equalizzatore interno che, strutturato su 6 bande, permette di elevare il volume del 200 %. A parte questo, utili chicche sono rappresentate dalla possibilità di aggiungere effetti, come il riverbero, o di controllare le playlist dal proprio smartwatch, purché animato da Android Wear. 

Auracle, con schede ispirate a Google Now

Un altro lettore musicale è Auracle, realizzato da Boomachos, uno degli utenti del forum XDA: una volta installatane la beta, le canzoni saranno dotate di schede, premendo le quali si accederà alla pagina del cantante con l’elenco cronologico dei suoi album (è presente, comunque, la ricerca per parole chiave). Le canzoni possono essere aggiunte ad una “coda”, che ne consentirà la gestione come le schede di Google Now: potremo apprezzarle, o saltarle (con uno swipe laterale), o cambiarne l’ordine (tenendo premuta una scheda, e rilasciandola nella posizione desiderata). Tra le feature più pratiche, in ottica funzionale, annoveriamo la possibilità di editare i tag delle tracce, e di scaricare le copertine degli album, onde rendere le canzoni più immediatamente identificabili, e meglio organizzate. 

SoundR Music, per la musica “umorale”

Anche SoundR Music è un player gratuito, disponibile nel PlayStore di Android, ed è quello che più di distingue dagli altri per il modo in cui ci propone la musica, per altro piuttosto originale. L’interfaccia, infatti, mostra delle bolle che rappresentano le attività, gli stati d’animo (mood), o i generi musicali (non si può scegliere la traccia per nome canzone, o nome autore): dopo aver selezionato una o più bolle, l’app si occuperà di generarci una playlist (in tema) di canzoni prelevate dal web, in genere cover o reinterpretazioni di brani famosi, o musiche messe a disposizione da artisti emergenti. La qualità dell’offerta è, comunque, molto valida, tanto che si potrebbe equiparare SoundR Music ad una sorta di Spotify gratuito. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Posto che, sul mio smartphone, NON è presente una Radio FM, e che mi tocca usare il traffico dati anche mentre faccio jogging, per ascoltare la mia musica, tanto vale dover scegliere un bel lettore musicale che si aprisse alle risorse audio presenti nel web. A tal proposito ho testato, nel corso di un weekend, diverse app del ramo e, tra le tante installate e via via rimosse, mi sono trovato molto bene proprio con quelle in base alle quali ho deciso, poi, di stilare questa mini-rassegna. Tali app meritano davvero di essere tenute in considerazione, dalla prima all'ultima, magari tutte assieme, se non avete problemi di storage sul vostro smartphone.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!