Iscriviti

Millennium bug 2: timori per il 2038 sui sistemi a 32 bit

Secondo numerosi tecnici informatici, il 19 gennaio 2038 potrebbe verificarsi di nuovo l'incubo del millennium bug. Tutto questo deriverebbe dall'attuale presenza di sistemi informatici a 32 bit.

Software e App
Pubblicato il 12 gennaio 2020, alle ore 17:48

Mi piace
9
0
Millennium bug 2: timori per il 2038 sui sistemi a 32 bit

Tutto accade esattamente vent’anni dopo il millennium bug, il temuto bug che avrebbe dovuto sconvolgere il pianeta passando dall’anno 1999 al 2000, e c’è già una nuova data da temere: il 19 gennaio 2038. Durante questo giorno, alle 03:14:07 del mattino, molti sistemi informatici, se non opportunamente aggiornati, potrebbero smettere di funzionare, facendo impazzire il mondo della rete.

Proprio come si temeva accadesse alla mezzanotte del 31 dicembre 1999. Il presunto problema che derivava da quel bug si annidava nel modo in cui i sistemi informatici sviluppati dal 1960 al 1980 registravano gli anni: prendevano in considerazione solo le ultime due cifre, supponendo che il numero 80, per esempio, indicasse il 1980.

Quello utilizzato dai tecnici informatici era un metodo ideato per alleggerire la memoria del pc, che in quel periodo era molto meno di quanto non lo sia al giorno d’oggi, ma che era stata creata per lavorare senza alcun impedimento fino all’anno 1999. L’anno 2000 avrebbe potuto essere sia il 2000 che il 1900, generando in questo modo la disfunzione del software e dell’hardware in tutto il pianeta.

Un problema che è stato affrontato con ingenti investimenti. Per prepararsi è stata necessaria una maratona della durata di oltre un anno. Mesi in cui gli informatici hanno lavorato senza sosta. Oggi siamo quasi a metà strada tra il pericolo bug sventato e quello nuovo che si prospetta all’orizzonte.

Non c’è quindi la necessità di generare alcun tipo di allarmismo, ma bisognerebbe iniziare a valutare il bisogno di un aggiornamento dei pc. L’eventuale problema che si verificherà eventualmente nell’anno 2038 è simile a quello che si sarebbe potuto verificare 20 anni fa. Sostanzialmente, i diversi pc attualmente presenti, segnano il tempo contando i secondi dal 1° gennaio dell’anno 1970 e gli OS a 32 bit calcolano un valore massimo di 2.147.483.647 secondi: secondi che scadranno in data 19 gennaio 2038.

Ormai ci sono molti sistemi a 64 bit che risolvono il problema, facendolo diventare qualcosa di cui dovremmo preoccuparci soltanto tra miliardi di anni, ma a 32 bit ne rimangono ancora milioni, e quindi dovranno essere aggiornati assolutamente in modo tale da evitare il probabile nuovo millennium bug 2.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Carlo Crescenzi

Carlo Crescenzi - Mi sento molto ottimista e penso proprio che la minaccia potrebbe non esserci neanche questa volta. Soprattutto se tutti i sistemi vengono aggiornati in tempo ed a dovere. Secondo il mio modesto parere, da qui al 2038 anche i sistemi a 32 bit saranno sostituiti per obsolescenza, quindi il problema non si porrà proprio.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!