Iscriviti

Instagram si adegua al display dell’iPhone Xs Max ma, attenzione, può portare alla depressione

Instagram, che ora può disporre su iOS di un'interfaccia adeguata al display del nuovo iPhone Xs Max, secondo una recente ricerca pubblicata dal Guardian, può rendere ansiosi e infelici, portando - quindi - alla depressione.

Software e App
Pubblicato il 1 ottobre 2018, alle ore 22:03

Mi piace
8
0
Instagram si adegua al display dell’iPhone Xs Max ma, attenzione, può portare alla depressione

Non passa giorno che non emergano novità a proposito di Instagram, l’applicazione di Facebook dedicata al photo-sharing: a volte, si tratta di notizie che mostrano quanto tale app possa impattare sulla nostra vita, altre volte di semplici adeguamenti tecnici che, però, seguono il passo delle ultime novità hardware.

Su Instagram non mancano gli strumenti creativi, come il filtro Bokeh, o le numerose emanazioni dell’effetto Boomerang, che predispongono a un uso attivo della piattaforma. Ciò nonostante, non inganniamoci: Instagram viene adoperato maggiormente per scrollarne il NewsFeed alla ricerca di ispirazione circa le destinazioni delle vacanze, il come impiattare le nostre pietanze, o il come vestirsi all’ultima moda e con gli accessori giusti. Le stesse Storie, il più delle volte, sono un ottimo strumento promozionale a disposizione, via shopping bag, dei grandi marchi, e degli influencer che per essi lavorano.

Normale, quindi, che uno dei maggiori indici del successo di Instagram sia il numero di like4.2 miliardi – che ogni giorno vengono tributati a foto e video incontrati: il rischio di dipendenza dalla piattaforma è stato attenuato con un sistema di digital wellbeing che avverte qualora si siano già scrollati i contenuti degli ultimi 2 giorni, ma – contro gli impatti psicologici dell’app – ancora nulla è stato fatto.

Il quotidiano britannico “The Guardian” ha pubblicato l’esito di una ricerca condotta, nel 2017, dalla Royal Society for Public Health su 1.500 ragazzi tra i 12 ed i 14 anni a proposito dell’impatto dei social sulla qualità della loro vita. Dallo studio è emerso che piattaforme del genere – e Instagram in particolare – tolgono il sonno, costruiscono un’immagine errata del proprio corpo, e trasmettono l’ansia di poter essere tagliati fuori in quanto inadeguati all’altrui stile di vita: insomma, Instagram può deprimere, e rendere infelici ed ansiosi. 

In attesa che si inizi a lavorare anche su quest’aspetto, Instagram ha aggiornato la sua versione per iOS, portandola alla release 65.0: la nuova applicazione, sostanzialmente, conserva il changelog della precedente, annoverando come unica novità l’aver introdotto un’interfaccia totalmente ottimizzata per assecondare il display del nuovo iPhone Xs Max, ora meglio sfruttato con icone più piccole che consentono di visualizzare più informazioni (volendo, però, si può optare per la normale modalità “zoomata”, da eseguirsi sul layout del device da 5.8 pollici, seguendo una semplice sequela di step: Impostazioni/Schermo/luminosità/Zoom Schermo/Zoom).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - In effetti è vero: apri Instagram con la scusa di passarci pochi minuti, e ti ritrovi a scrollare e mettere like come dei forsennati. Normalmente non ce ne accorgiamo, ma quello che vediamo - anche se bello e positivo - può avere un impatto sulla nostra autostima (figuriamoci con l'ampliarsi degli schermi, e la conseguenza del visualizzarvi ancora più informazioni!) e, quindi, anche tale piattaforma è da usarci con accortezza.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!