Iscriviti

Instagram e le regole sul copyright dei contenuti pubblicati: riecco la bufala evergreen

Al giorno d'oggi, il riciclo avviene anche nel campo delle bufale digitali: l'informazione del cambiamento delle regole d'autore su tutti i contenuti pubblicati su Instagram, che sta girando in questi giorni, è una vecchia notizia falsa del 2012.

Software e App
Pubblicato il 22 agosto 2019, alle ore 11:11

Mi piace
6
0
Instagram e le regole sul copyright dei contenuti pubblicati: riecco la bufala evergreen

Il web insorge in questi giorni, per colpa della circolazione di una foto, in cui viene riportato il cambiamento delle regole del diritto d’autore sul social più in voga del momento, Instagram.

A quanto pare, la notizia è diventata virale dopo essere stata ripubblicata da personaggi famosi come Julianne Moore, Debra Missing e anche il regista Judd Apatow, facendo letteralmente schizzare la notizia fra i loro fan e, quindi, diffondendola a macchia d’olio.

Nel testo riportato nella foto si indica che, a partire dalla data odierna (comunque non indicata), le nuove regole della famosa applicazione le daranno il pieno diritto d’autore su qualunque contenuto venga pubblicato, anche su quello cancellato e non più visibile: in più, si indica anche che le foto potranno essere usate contro gli utenti in caso ci fossero procedimenti legali in corso, ma che – per evitare tutto questo – basterebbe pubblicare la foto incriminata sul proprio profilo.

Per fortuna, tutto questo è falso e soprattutto è anche vecchio, visto che la foto che sta circolando attiene a una vecchia bufala del 2012 che oggi si ripropone in pompa magna, come all’epoca, anche se ampiamente già smentita.

Oggi lo staff di comunicazione del noto social network Instagram si muove direttamente con la sua responsabile Stephanie Otway per poter nuovamente smentire questa notizia e rassicurare gli utenti che ne fanno uso, ribadendo che le regole sul diritto d’autore di Instagram ad oggi sono rimaste invariate.

Ovvero, si specifica che gli utenti hanno la proprietà d’autore su ogni contenuto da loro postato, sia foto, video e le tanto in voga Stories, mentre Instagram possiede una licenza di non esclusività che le permette di utilizzare quei contenuti senza dover dare compenso al legittimo proprietario, sebbene non le permetta la vendita di questi elementi a soggetti terzi. Questa licenza è trasferibile, infatti ogni utente può condividere i contenuti di altri utenti della piattaforma senza andare a violare alcun diritto d’autore, con gli unici limiti di non pubblicarli su altre piattaforme o farne altri usi.

Unico modo per andare a revocare questa licenza è quello di andare ad eliminare questi contenuti dal proprio account.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Alessio Attardi

Alessio Attardi - Bisogna stare sempre attenti: le regole in questo caso non sono cambiate, ma questo non vuol dire che in futuro non possa accadere. Ancora più importante è verificare sempre la fonte delle informazioni che si ricevono in modo da non diffondere disinformazione e creare molti più problemi di quanti si possano ingenerare con un gesto magari compiuto a fin di bene. Quello delle bufale o fake news è un grave problema che in questo caso non crea grossi scompigli, ma che in altri ambiti rischia di influenzare giudizi e opinioni portando a decisioni errate nella società: quindi, approfondite sempre quando vedete o leggete qualcosa, in modo da poter avere un quadro chiaro e corretto di quel che accade.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!