Iscriviti

Facebook: liste to-do, ads giocabili, sezione video, talent show e dating

Facebook ha avviato un numero molto ampio di sperimentazioni, che renderanno il social un po' talent show, un po' agenzia per cuori solitari, senza dimenticare utili aggiunge come le liste to-do, le pubblicità giocabili, ed i video.

Software e App
Pubblicato il 4 agosto 2018, alle ore 12:46

Mi piace
10
0
Facebook: liste to-do, ads giocabili, sezione video, talent show e dating

A fronte di alcune funzionalità di cui il social ha iniziato il rilascio nel corso del weekend in corso, Facebook si è concentrata per lo più su test e sperimentazioni varie, alcune delle quali segrete ma trapelate alla pubblica attenzione grazie ad alcuni noti insiders: scopriamo le nuove sorprese in serbo presso Menlo Park. 

Il primo test emerso nell’incipit di questo fine settimana riguarda una novità che venne prospettata allo scorso F8 di San Josè, quando Zuckerberg annunciò l’intenzione di dedicare una sezione della piattaforma all’incontro tra persone, sulla falsa riga di quanto attualmente avviene con la regina delle app di dating, Tinder. A quanto pare, il progetto è andato avanti e sembra sia entrato nella sua fase embrionale: la nota programmatrice Jane Manchun Wong, infatti, è riuscita ad attivare – nella sua versione del social per Android – la sezione “Facebook Dating”, ma non ad usarla forse perché ancora riservata ai test interni tra i dipendenti dell’azienda. 

Mesi fa, emerse anche un altro dettaglio interessante: Facebook aveva trovato la quadratura del cerchio, in ambito diritto d’autore, sottoscrivendo diversi accordi con etichette discografiche note (Universal, Warner e Sony) e indipendenti. Grazie a tali partnership, oltre agli stickers musicali su Instagram, presto potrebbe arrivare una nuova sezione sull’app mobile di Facebook, dedicata ad un “Talent Show” del gruppo: a scoprirlo è stata ancora una volta Jane Manchun Wong, che ne ha descritto alcune dinamiche: in pratica, grazie all’app sarà possibile registrare delle audizioni (audition) scegliendo il brano che si predilige interpretare tra un novero di scelte possibili, e – quasi come fosse un “incrocio tra Musically e una puntata di Black Mirror (15 milioni di celebrità)” – la si potrà condividere per confrontarsi con gli altri, raccogliere like, followers, etc. 

Dalla folta community di TestingCatalog, invece, è emersa una sperimentazione afferente la barra di navigazione che si visualizza non appena si apre l’applicazione di Facebook, versione alpha 184.0.0.0.58: in quest’ultima, tra l’icona del profilo e quella delle richieste d’amicizia, sarebbe comparsa l’icona di una sezione video. Entrati in quest’ultima, in cima vi sarebbe la wachlist dei video provenienti dai contatti che si segue (vuota nel caso tali filmati fossero già stati visti) e, poco sotto, seguirebbe la lista dei “migliori video consigliati per te“, costituita da filmati che, tratti da profili o pagine non seguite, Facebook ritiene possano piacerci. 

Varie testimonianze, poi, hanno constatato l’avvio del roll-out delle già citate “playable ads”, le pubblicità (in stile Instant Apps) di giochi che permetterebbero di provare i titoli reclamizzati direttamente nel Feed dell’app social senza dover prima installare i game dal PlayStore di Google. 

Con tutti i crismi dell’ufficialità, infine, arriva il rilascio – seppur in fase beta e nella sola app mobile del social – del “ToDo List”, uno strumento utile sia per organizzare lista di cose da fare o per suddividere in sotto-fasi un progetto complesso, ma anche per creare elenchi di idee o di film e musiche preferite. Onde far ricorso a tale feature, basta portarsi nell’area dedicata alla creazione dei post e, dalla barra funzionale posta in calce al form di inserimento testi, scegliere la voce “Lista” e, poi, “Lista personalizzata”. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Decisamente, un fine settimana ricco di chicche e anticipazione per coloro che amano o frequentano con grande passione il social in blu: la funzione che simula un talent show sarà destinata a fare faville, se ben supportata. Diverso è il discorso per le "to-do-list": con queste ultime Facebook spera che gli utenti condividano ancora più dettagli personali ma, tuttavia, la barra funzionale in calce ai post viene raramente letta per intero. Le pubblicità giocabili diverranno via via più diffuse man mano che sempre più sviluppatori riterranno utile tale strumento di auto-promozione e, quindi, non è da attendersi che ne appaiano molte sin dall'inizio: il dating secondo Facebook, infine, è iniziato e, da questo momento, Tinder dovrà stare molto in guardia...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!