Iscriviti

EasyPol, l’app per pagare multe, tasse, e bollettini vari tramite lo smartphone

Grazie ad un'idea tutta italiana, da poco concretizzatasi nell'applicazione per Android e iOS nota come EasyPol, pagare il dovuto alle varie emanazioni della Pubblica Amministrazione non sarà più stressante: eccone il funzionamento.

Software e App
Pubblicato il 29 novembre 2019, alle ore 11:12

Mi piace
6
0
EasyPol, l’app per pagare multe, tasse, e bollettini vari tramite lo smartphone

Secondo diverse statistiche, ogni anno vengono perse in fila 400 ore, equivalenti a 16 giorni, per pagare qualcosa alle Poste, negli uffici pubblici, in ricevitoria, banca, etc: tutto tempo che si potrebbe utilizzare diversamente (sebbene non manchino le soluzioni per ingannare l’attesa), nel caso si dispongano degli opportuni sistemi per saltare la file. A quelli già in auge, se n’è aggiunto di rehttps://www.pianetacellulare.it/Articoli/Applicazioni/50087_EasyPol-con-un-click-sullo-Smartphone-si-pagano-multe-e-tri.phpcente uno tutto italiano, EasyPol, frutto di una giovane start-up, sviluppato in partnership con la società di servizi per i comuni (Ancitel), in rispetto delle direttive per i pagamenti verso le pubbliche amministrazioni predisposte dall’Agenzia per l’Italia digitale (AGID).

L’applicazione in oggetto, disponibile gratuitamente per Android e iOS, ottenute le dovute autorizzazioni necessarie per funzionare (es. l’accesso alla fotocamera), inizia ad essere operativa e, da quel momento, permette all’utente di pagare diverse tipologie di avvisi PagoPA, tra cui il saldo delle tasse universitarie o delle multe, il versamento delle quote per gli ordini professionali, varie tasse come tasi e tari, il saldo del bollo auto o di un ticket ASL, etc,  direttamente da casa (o comunque da qualsiasi altro posto, ed in ogni momento della giornata) via smartphone.

Il tutto, anche senza la necessità di registrarsi (grazie ad un sistema sicuro predisposto da Nexi), precisato lo strumento di pagamento desiderato (prepagate, carta di debito o di credito), avviene in pochi e semplici step, che principiano dall’inquadrare il codice QR contenuto nella comunicazione o nel bollettino a propria disposizione.

Diversamente, come nel caso del bollo ACI per il quale è richiesta anche la precisazione del veicolo posseduto (rimorchio, autoveicolo, ciclomotore o motociclo), è possibile inserire manualmente il codice dell’operazione (ed ulteriori dettagli come, nella fattispecie menzionata, la targa del veicolo). 

Terminata la procedura, il pagamento (che all’utente costerà una commissione di 2 euro ad operazione) risulterà espletato, e la relativa ricevuta, digitale, sarà accessibile in un’apposita area dell’app che, in più, permetterà anche di attivare (e personalizzare) gli avvisi per ricevere opportune notifiche a scomparsa in prossimità delle scadenze da saldare. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Trovo che applicazioni come questa, focalizzata suoi pagamenti che tutti noi siamo soliti ottemperare, possa essere davvero comoda, oltre che utile: si evita la necessità degli spostamenti fisici, di dover fare della strada con l'auto (inquinando l'ambiente) e, ovviamente, di sprecare una giornata intera. Le ricevute digitali conservate in-app consentono di non dover stampare o far stampare degli scontrini cartacei da conservare, e gli alert risultano funzionali a non farsi trovare impreparati nelle scadenze finanziarie più importanti. Peccato, però, che tra i sistemi di pagamento supportati non figuri il comodissimo PayPal.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!