Iscriviti

Bancomat Pay: arriva l’app che trasforma il Bancomat in una carta di debito virtuale

Grazie a un'intesa con l'ex consorzio Bancomat, i 37 milioni di carte PacoBancomat circolanti nel Bel Paese, da oggi, risultano abilitati anche ai pagamenti per gli acquisti online, o agli scambi di denaro tra utenti, grazie all'app Bancomat Pay.

Software e App
Pubblicato il 30 gennaio 2019, alle ore 17:32

Mi piace
6
0
Bancomat Pay: arriva l’app che trasforma il Bancomat in una carta di debito virtuale

Grazie ad un accordo stilato tra la Bancomat SpaSia, fornitrice di servizi tecnologici ad aziende e banche, da oggi i 37 milioni di carte PacoBancomat, ovvero di carte di debito, circolanti in Italia sono abilitati a pagamenti anche online, ed agli scambi di denaro tra utenti, in ottica peer to peer.

Il procedimento, fanno sapere gli interlocutori coinvolti, avverrà tramite un’applicazione per smartphone, Bancomat Pay, tra qualche giorno reperibile negli app store di Android e iOS, ma – nel frattempo – sarà possibile avvalersi della funzionalità, basata sul wallet Jiffy, messo a disposizione da Sia a 120 banche nel 2017, anche facendo affidamento all’app della propria banca. 

Una volta che il sistema avrà concluso la fase di rodaggio, dovranno adeguarvisi sia tutti gli esercenti che gli istituti di credito, per versare del denaro ad una persona, onde saldare un debito o dividere una spesa tra commensali, basterà sceglierne il numero di telefono in rubrica e digitare l’importo dovuto. Per quanto riguarda gli acquisti nei negozi fisici, il tutto avverrà in due step: nel primo, l’esercente inserirà l’importo da ottenere nella propria versione dell’app in modo da generare un apposito codice QR che, in un secondo momento, verrà scansionato dall’app dell’acquirente che, per finalizzare il tutto, non dovrà far altro che assicurare la propria autorizzazione all’acquisto (che gli verrà comunque reso noto, per una questione di sicurezza, tramite una notifica push).

Sempre con la medesima app sarà possibile, senza estrarre la propria carta fisica, effettuare compere anche sui portali di e-commerce o gli e-shop online e, in futuro, inserendo il codice fiscale nella piattaforma PagoPA, si potranno eseguire pagamenti verso gli enti della pubblica amministrazione, es. multe o tributi, anche nei giorni festivi

Al momento, il nuovo sistema – che trasforma la carta bancomat in una carta di debito di tipo virtuale – è ancora in fase di partenza: risulta già funzionante per i 5.000 clienti delle banche che usavano il sistema Jiffy, potendo eseguire pagamenti nei negozi – pressappoco 2.000 – della grande distribuzione. Prossimamente, toccherà anche agli altri utenti venire abilitati, man manco che gli istituti di credito aderiranno alla “rivoluzione” Bancomat Pay. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Era da tempo che attendevo questa novità, di cui avevo sentito parlare nei mesi scorsi. Ricordo che all'epoca in pochi erano al corrente di quest'innovazione, men che meno all'interno della mia banca: ora, a quanto pare, vi si adegueranno tutti gli istituti di credito, e non sarà più necessario, per effettuare acquisti online, bancamenarsi tra carte di credito virtuali o negozi che supportino almeno (il comodissimo) PayPal.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!