Iscriviti

Attenzione: falsa versione di Windows Movie Maker, in modalità scam, ruba soldi agli utenti

Eset, la nota security house slovacca, ha allertato gli internauti su una minaccia alla sicurezza informatica dei terminali Windows perpetuata da una falsa versione di Windows Movie Maker che, pur non condita da virus, ruba comunque soldi agli utenti.

Software e App
Pubblicato il 15 novembre 2017, alle ore 12:15

Mi piace
6
0
Attenzione: falsa versione di Windows Movie Maker, in modalità scam, ruba soldi agli utenti

Uno dei più famosi software che la storia dell’informatica ricordi è, senz’altro, Windows Movie Maker, il programma di editing video utilizzato da milioni di persone in tutto il mondo, vista l’ampia disponibilità di strumenti a disposizione, inseriti in un’interfaccia molto immediata ed intuitiva. Purtroppo, tale programma è stato ritirato dalla Microsoft nel Gennaio del 2017 e la circostanza, di recente, si è prestata alla nascita di un nuovo attacco informatico, per gli utenti di Windows. 

A darne notizia è la security house slovacca Eset che, grazie ai dati della telemetria, ha scovato il problema in diversi paesi, tra cui Israele, Filippine, Danimarca, e Finlandia: in queste nazioni, ma dei riscontri potrebbero emergere anche in Italia che, a inizio Novembre, ha avuto il suo picco stagionale di attacchi hacker (con il 9%), diversi utenti hanno scaricato una falsa versione del Windows Movie Maker (Win32/Hoax.MovieMaker), credendola vera, non foss’altro perché, eseguendo le ricerche con le parole chiave “Windows Movie Maker” o “Movie Maker”, il sito “windows-movie-maker.org” – registrato nel 2010 e responsabile di distribuire questo programma di scam – risulta ai primi posti, nei risultati di ricerca, tanto di Google quanto di Bing (l’engine web di Microsoft).

Bando alle premesse, la sostanza. Di cos’è capace il finto Movie Maker in questione? Secondo una simulazione attuata da Eset, non si tratta di un programma modificato con un qualche virus, ma di un programma truffa: una volta installato, il software risulta funzionante e permette di eseguire dei mix video ma, al momento di salvare i progetti realizzati, chiede di effettuare un acquisto (scontato del 25%) di 29,95 dollari, per sbloccare le funzionalità complete del programma che, ricordiamolo, distribuito negli ultimi tempi tramite la suite Windows Essentials 2012, era gratuito. 

Eset, dal canto suo, ha già avvertito Google perché defalchi il sito di questo falso programma dalle sue query, e Microsoft perché prenda tutti i provvedimenti legali del caso per fermarne la distribuzione: al momento in cui scriviamo, comunque, il portale che ospita il finto Movie Maker è ancora allegramente online, tanto che, non più di 10 giorni fa, il 5 Novembre, il programma Win32/Hoax.MovieMaker risultava terzo nella speciale quanto sgradevole classifica delle peggiori minacce mondiali del web.

La security house di Bratislava, che ha individuato la versione scamware di Windows Movie Maker contenuta nel software Win32/Hoax.MovieMaker, consiglia – nel caso si sia scaricato siffatto tool – di disinstallarlo dal Pannello di Controllo (meglio ancora, avvalendosi di Revo Unistaller, in modo da non lasciarne tracce nel Registro di sistema), e di procedere ad una scansione del PC con un antivirus/antimalware aggiornato.

Per il futuro, è bene munirsi di una valida suite antivirale (Eset, per esempio, già riconosce questa truffa informatica, bloccando l’installazione dello scamware) e, nell’eventualità di voler installare un software, è bene andarlo a cercare nel sito ufficiale della società che lo ha sviluppato. Non trovandolo, infine, è cosa saggia optare per delle alternative, sicuramente esistenti: nella fattispecie di Movie Maker, ad esempio, Windows 10 – ormai – offre il validissimo Story Remix, già integrato nelle sue ultime edizioni. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Ricordo ancora Windows Movie Maker: era davvero semplice farci dei montaggi video, assemblando le foto già presenti sul proprio computer. Peccato che sia stato cestinato ma, a onore del vero, il suo sostituto (Story Remix) si rivela altrettanto valido e, forse, più idoneo ai tempi attuali, essendo dotato anche di filtri per abbellire i frame, e di possibilità di condivisione online, sui social network. In merito alla minaccia che, involontariamente, ha coinvolto questo storico tool Microsoft, è bene prestare molta attenzione, mettendo sempre in pratica le cautele di scaricare i programmi in versione originale solo dai siti delle aziende che li han sviluppati e/o distribuiti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!