Iscriviti

Android Instant Apps arrivano in Italia: ecco cosa sono e come si usano

Dopo un breve periodo di test, le Android Instant Apps giungono anche in Italia, grazie ad un roll-out progressivo attivato da remoto: ecco come sarà possibile testare le app senza il bisogno di scaricarle, o utilizzarle del tutto.

Software e App
Pubblicato il 14 febbraio 2017, alle ore 12:43

Mi piace
7
0
Android Instant Apps arrivano in Italia: ecco cosa sono e come si usano

Durante lo scorso Google I/O 2106, Mountain View presentò un’interessante novità, le “Android Instant App”, destinate a rivoluzionare il modo di fruire le applicazioni mobili: il progetto, andato in test a fine Gennaio 2017, con pochi partner scelti, è finalmente pronto e, in queste ore, sta per giungere a disposizione degli utenti italiani. Ecco come funziona.

Le Instant App di Android sono un nuovo modo di concepire le applicazioni: in sostanza, l’utente può provare un’applicazione online, per farsene un’idea, prima di scaricarla, installarla e, se del caso, acquistarla: in questo modo è possibile risparmiare spazio in locale, e traffico dati, per applicazioni che magari si userà una sola volta, o che potrebbero NON piacere e, in quanto tali, venir rimosse dopo breve.

Non solo. Le Android Instant App torneranno utili anche per utilizzare solo alcune funzionalità di un’app, senza doverla scaricare del tutto: è il caso specifico di chi voglia controllare l’orario del treno, senza dover installare per forza una complessa e pesante app in locale per un unico viaggio, o per movimenti sporadici. D’altro canto, il sistema in questione sarà funzionale anche agli sviluppatori, che potranno far provare le proprie app in una sorta di ambiente protetto, tipo sandbox, e potranno erogare i propri servizi senza la necessità di predisporre una versione mobile, ma castrata, della propria piattaforma web. 

Le Android Instant App sono state sottoposte ad un periodo di test, a favore di pochi utenti privilegiati, e in collaborazione con partner selezionati, del calibro di BuzzFeed, Periscope, Wish, e Viki. Ottenuti i riscontri positivi, è iniziato il rilascio stabile che, in queste ore, sta coinvolgendo anche gli utenti italiani.

Per poter fruire di quest’opportunità, occorre prima abilitare la voce attinente nei Play Services (accessibili alla sezione Google delle Impostazioni) e, poi, eseguire una ricerca tramite il form di ricerca dell’app Google: individuato il nome di un’app, sotto la relativa scheda, campeggerà un emblematico “Prova ora”, che consentirà di testare l’app, e le sue potenzialità, per 10 minuti

Al momento, fermo restando che si tratta di una feature in corso di roll-out e, quindi, non immediatamente disponibile per tutti, va osservato che non tutte le app risultano compatibili con la funzionalità “Android Instant App”, in quanto devono essere gli sviluppatori ad abilitare cotal funzionalità, anche strutturando in forma modulare le loro app: tuttavia, al momento, risultano già collaudabili app piuttosto note, come i giochi Jetpack Joyride, e Fruit Ninja

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Davvero interessante la possibilità di provare le applicazioni di Android senza scaricarle: specialmente nel caso delle app a pagamento. Per il resto, in relazione a quelle free, l'utilità delle Instant App sta nel fatto che sarà possibile usare solo la funzionalità che serve, delle medesime, o utilizzarle quel tanto che ci serve, senza doverle scaricare, impegnando memoria locale, e storage. Certo, sarà molto importante vedere la fluidità con la quale gireranno le app in un contesto di cloud services: non sarà proprio come averle in locale, e molto dipenderà dalla propria connettività, ma un'eccessiva lentezza operativa potrebbe stroncare sul nascere questa incipiente novità.

Lascia un tuo commento
Commenti
Fabrizio Ferrara
Fabrizio Ferrara

14 febbraio 2017 - 15:25:17

Pare che anche l'app di e-commerce Wish sia compatibile :)

0
Rispondi