Iscriviti

Why Don’t We, ecco chi è il nuovo fenomeno del teen pop

Dall'America arriva un nuovo gruppo o meglio una nuova boy band. Sono i Why Don't We, cinque ragazzi che stanno spopolando grazie ai grandi successi dei singoli e che hanno un mentore come Ed Sheeran, alle spalle.

Musica
Pubblicato il 9 giugno 2018, alle ore 11:02

Mi piace
6
0
Why Don’t We, ecco chi è il nuovo fenomeno del teen pop

Il mondo della musica presenta un nuovo gruppo direttamente dall’America. Si tratta dei Why Don’t We (Perché non noi) che hanno tutte le carte in regola per essere il nuovo fenomeno della teen pop e che sicuramente spopoleranno. Vediamo chi sono questi giovani e come sono nati, anche perché un certo Ed Sheeran garantisce per loro.

Why Don’t We sono un gruppo di cinque ragazzi molto giovani che si sono fatti conoscere negli USA grazie al singolo Trust fund baby e che ora ci riprovano con il nuovo singolo Hooked. Il primo singolo è stato un grandissimo successo, con più di 18 milioni di visualizzazioni per i video e più di 21 milioni in streaming. Dietro al successo del nuovo singolo, c’è la figura di un mostro della musica, come Ed Sheeran, di cui i cinque si dicono orgogliosi:  “Lavorare con lui è stato un sogno diventato realtà”.

La boy band, nasce come moltissime altre boy band di questi ultimi anni. Sono cinque amici che decidono di dedicarsi alla musica formando un gruppo. Pubblicano i primi lavori su Youtube sperando che qualcuno li noti. Pian piano, cominciano ad ottenere i primi risultati con tantissime visualizzazioni. Sono tantissimi i follower su Instagram, su Facebook e su Twitter e su Youtube si fanno conoscere fino a diventare il fenomeno di oggi.

Grazie ad Ed Sheeran vengono catapultati ancora di più nel mondo della musica. Il 7 giugno sono stati in concerto in Italia, a Milano, ai Magazzini Generali, unica data italiana del loro tour. Inoltre, hanno già le loro esperienze, in quanto hanno diviso il palco con alcuni grandi artisti, come Taylor Swift, Ed Sheeran e Camila Cabello, esibendosi al Madison Square Garden di New York.

Finora il pubblico, i fan li hanno conosciuti solo attraverso i singoli o gli EP, ma ora è giunto il momento di fare sul serio e pubblicare il loro primo album. “Gli Ep sono veloci da realizzare mentre con l’album devi prenderti il tempo necessario. Devi lavorarci parecchio, per questo motivo ci abbiamo messo un po’. Ma sarà bellissimo”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Non li conosco, non li ho mai sentiti. Sinceramente non so neanche che tipo di musica facciano e non mi interessa molto. Non sono una amante di questo tipo di gruppi o boy band. Spero il loro percorso non termini come altre band che si sono sciolte o di cui si sono perse le tracce, negli anni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!