Iscriviti

Sanremo 2019, in sala stampa insulti a Il Volo. Il trio accusa: "E’ bullismo!"

Grazie a un video pubblicato da Facchinetti, si sono potuti ascoltare gli insulti di alcuni giornalisti rivolti al trio "Il Volo", dopo la notizia del loro terzo posto nella kermesse sanremese.

Musica
Pubblicato il 12 febbraio 2019, alle ore 10:46

Mi piace
8
0
Sanremo 2019, in sala stampa insulti a Il Volo. Il trio accusa: "E’ bullismo!"

Sembra proprio che questo Sanremo 2019 non voglia far smettere di parlare di lui. Ogni giorno di accende una nuova polemica e in molti non perdono occasione per dire la loro in merito ai fatti – strani e bislacchi – avvenuti durante la manifestazione canora più famosa in Italia. In queste ore Il Volo ha deciso di rispondere alle pesanti offese che la sala stampa gli ha rivolto dopo il suo piazzamento al terzo posto nella classifica finale.

Il trio, divenuto famoso grazie alla vittoria nel programma di Antonella Clerici “Ti lascio una canzone”, non ha chiuso un occhio sulle parole poco piacevoli – per usare un eufemismo – che alcuni giornalisti hanno pronunciato nella serata finale della kermesse sanremese. In questa Era dove ormai tutti siamo protagonisti inconsapevoli di una specie di “Truman Show“, ecco comparire un video girato da Francesco Facchietti, durante il quale si distinguono perfettamente le voci di alcuni giornalisti intenti a insultare il trio.

Il volo reagisce agli  insulti di alcuni giornalisti della sala stampa di Sanremo

Piero Barone, Ignazio Boschetto e Gianluca Ginoble non intendono sorvolare sopra a tutto questo e rispondono così: “Alcuni giornalisti (ed è bene dire che solo alcuni) ci hanno pesantemente insultato. Hanno usato parole come “me**e”, “vaffanc**o”, “in galera”. Le consideriamo una vera e propria forma di bullismo, di sfottò da stadio”.

Continuando poi: “Queste persone non hanno portato gloria all’ordine che rappresentano. Il loro atteggiamento è stato un insulto, prima che a noi, a tutti i colleghi giornalisti che svolgono il proprio lavoro in maniera seria e professionale”.

A sollevare questo polverone, dicevamo, è stato proprio l’inviato a Sanremo per la trasmissione “Vieni da me“, l’ex capitano uncino Francesco Facchinetti che, non solo si è premurato di diffondere questi comportamenti poco professionali, ma ha rimarcato la sua idea a tal proposito: “A loro (riferendosi ai giornalisti ndr) voglio dire una frase che trovate all’interno dell’Uomo Ragno: da un grande potere deriva una grande responsabilità, perché essere giornalista è un grande potere. E anche se il vostro giudizio poteva essere negativo gridare insulti in sala stampa in un posto così importante è qualcosa di orribile”. Restiamo in attesa di vedere se i colpevoli riterranno opportuno chiedere venia per queste loro esternazioni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Questa situazione mi ricorda molto quella di Flavio Insinna, quando sicuro di non essere in onda si è lasciato andare a parole pesanti nei confronti di una concorrente, arrivando a definirla "nana". Insomma, sembra proprio che ai professionisti del settore non entri in testa che certi atteggiamenti non andrebbero mai usati, in un'era poi dove siamo tutti in una specie di "Truman Show".

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!