Iscriviti

Michele Bravi: “A piccoli passi” è il nuovo album del vincitore di X Factor

Esce oggi il nuovo album di Michele Bravi, a sei mesi dalla vittoria di X Factor. Testi scritti da autori importanti come Giorgia e Ferro

Musica
Pubblicato il 10 giugno 2014, alle ore 14:16

Mi piace
0
0
Michele Bravi: “A piccoli passi” è il nuovo album del vincitore di X Factor

Esce oggi il nuovo album di Michele Bravi dal titolo “A piccoli passi”. Arriva sul mercato discografico con il suo primo album, dopo l’uscita del suo primo singolo qualche settimana fa, l’ultimo vincitore di X Factor.

Come vincitore del talent, infatti, Michele Bravi si è aggiudicato un contratto con la Sony per il valore di 300.000 euro. Per lui all’interno del disco canzoni scritte da autori di tutto rispetto, come Giorgia, Luca Carboni, Tiziano Ferro e l’internazionale James Blunt. Tra gli inediti dell’album anche il pazzo “Sotto una buona stella”, scritto dai Tiromancino e che dà il titolo all’ultimo film di Carlo Verdone.

L’album di Michele Bravi arriva, non a caso, dopo più di sei mesi dalla sua vittoria di X Factor. “Perché la chance di un album tutto mio la volevo sfruttare come meritava. E’ stato un lavoro anzitutto di ricerca, perché ho ancora tante cosa da scoprire di me stesso, ma tenevo a un lavoro onesto, ovvero che mi rappresentasse per quel che sono. Però di fronte a tanti grandi artisti che mi tendevano la mano non potevo dire di no e solo all’ultimo gradino, cioè Prima di dormire, che chiude il disco, ho fatto l’autore di me stesso. Ed è l’unico pezzo destrutturato, senza strofa e ritornello, è uno sfogo, un flusso di coscienza; mi ha stupito la reazione positiva dei fan, che pensavo ancorati a modelli più classici di canzone. Ma il bello di questo disco è che anche i brani scritti da altri mi rappresentano benissimo, li hanno cuciti su di me”.

Un ragazzo che non si è montato la testa,quindi, Michele Bravi,  che può contare su un nutrito seguito di fan. La “perla nascosta” dell’album, come lui stesso la definisce è la canzone scritta da James Blunt, Serendipity, che narra la serendipità, ovvero della ricerca di qualcosa che però fa scoprire qualcosa di ancora più prezioso. “Avevo pensato di tradurlo ma non c’è stato modo, ogni tentativo non gli rendeva giustizia. Alla fine ho capito che sarebbe stato come correggere la Gioconda”.

Il titolo dell’album “A piccoli passi” esprime chiaramente l’idea che Michele Bravi ha del proseguire della sua carriera. Il giovane cantante, infatti, ha dichiarato “Non mi posso ancora dire pronto a correre” citando involontariamente il nuovo disco di Marco Mengoni Pronto a Correre “Ma sì, anche nel senso di Marco, perché no? Lui è un artista maturo, se corre fa benissimo e può farlo. Io devo ancora crescere, muovermi lungo la mia strada. Guai a pensare che la vittoria di X Factor sia il traguardo della carriera: un talent ti insegna a metterti a confronto col pubblico, a stare su un palco e a lavorare con i grandi, che non è poco, ma il resto ce lo devi mettere tu giorno dopo giorno” ha concluso Michele Bravi.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!