Iscriviti

Matteo Salvini attacca Junior Cally ma commette una gaffe

Su Twitter Matteo Salvini ha voluto attaccare Junior Cally per il testo che presenterà al Festival di Sanremo. Tuttavia, in questo tweet commette una gaffe clamorosa, scatenando i social con l'hashtag "#Lofaiacasatua".

Musica
Pubblicato il 20 gennaio 2020, alle ore 19:23

Mi piace
6
0
Matteo Salvini attacca Junior Cally ma commette una gaffe

Questa edizione del Festival di Sanremo si sta portando con sé numerose critiche. Le prime sono nate con le dichiarazioni di Amadeus sulla questione delle donne presenti sul palco del Teatro Ariston, venendo accusato da personaggi famosi e non di sessismo. Il conduttore ha fatto chiarezza sulle proprie dichiarazioni, peggiorando però solamente la situazione. Solamente Francesca Sofia Novello, fidanzata di Valentino Rossi e una delle ospiti della kermesse italiana, ha preso le difese di Amadeus.

Neanche i cantanti in gara sembrano convincere i telespettatori da casa. Il più criticato è Junior Cally, un rapper e produttore discografico italiano conosciuto anche per un featuring con Gabry Ponte. Sul cantante si mormorava di una possibile squalifica ma, a quanto pare, Amadeus avrebbe deciso di confermarlo tra i ventiquattro big in gara.

Matteo Salvini attacca Junior Cally

Sulla questione del rapper si esprime anche il leader leghista Matteo Salvini. L’ex ministro degli Interni, durante una chiacchierata dal suo amico Massimo Giletti a LA7 nella trasmissione “Non è l’Arena“, ha attaccato il testo del nuovo brano di Junior Cally. Tuttavia, nel farlo, ha commesso una clamorosa gaffe.

Infatti, con un tweet pubblicato dal suo staff, si può leggere: “A proposito mi vergogno di quel cantante che paragona donne come tr…, violentate, sequestrate, stuprate e usate come oggetti. Lo fai a casa tua, non in diretta sulla rai e a nome della musica italiana”. La frase incriminata è “Lo fai a casa tua“, poiché per molti Salvini con questa espressione afferma che si può abusare fisicamente di una donna tra le proprie mura.

L’hashtag “#Lofaiacasatua” va immediatamente in tendenza su Twitter, e tra i numerosi attacchi nei confronti di Matteo Salvini c’è anche quello della senatrice Teresa Bellanova: “L’82% delle violenze sulle donne avviene in casa. E allora ribadiamolo: sessismo e violenza non devono e non possono esistere in nessun luogo. Non a casa, né in TV, né ai comizi di chi si riempie la bocca di belle parole e poi sventola bambole gonfiabili dal palco”.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Il testo di Junior Cally può piacere e no, su questo si va a gusti personali. Son convinto che un testo, prima di essere attaccato, vada studiato del tutto e non se ne debba estrapolare una parte. Ero d'accordo con l'attacco di Salvini, poiché ha espresso solamente un suo gusto personale, ma anche in questa circostanza riesce a rovinare tutto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!