Iscriviti

Jovanotti fa ballare la Puglia sulla spiaggia di Barletta, in 40mila al Jova Beach Party

Nella quarta tappa del tour sulle spiagge di Lorenzo Jovanotti, sul palco ospiti i Boomdabash, i Sud Sound System e, a sorpresa, Caparezza. La dedica all’anniversario dell’allunaggio con la cover del brano di Gianni Togni.

Musica
Pubblicato il 21 luglio 2019, alle ore 14:21

Mi piace
15
0
Jovanotti fa ballare la Puglia sulla spiaggia di Barletta, in 40mila al Jova Beach Party

È stata la festa di Jovanotti, ma soprattutto è stata la festa per tutti i pugliesi. Nella quarta tappa del Jova Beach Party, lo spettacolo itinerante che Lorenzo Cherubini porterà in giro per la penisola fino a fine agosto, in 40mila hanno gremito il tratto di spiaggia sul Lungomare Pietro Mennea di Barletta, nell’unica tappa pugliese del tour.  La festa, che ha avuto inizio alle ore 16, con l’esibizione di diverse band, che allietavano gli spettatori intenti a ballare, prendere il sole o a fare il bagno, è stata un crescendo fino all’esibizione di Jovanotti, iniziata puntualmente alle 20:30, per tre ore di spettacolo, tra i successi del cantautore toscano di adozione e diversi momenti in cui Lorenzo si è esibito come deejay.

Preambolo al concerto di Jovanotti, in questa giornata dedicata alla Puglia e all’anniversario dell’allunaggio, sono saliti sul palco le band salentine dei Sud Sound System e dei Boomdabash, che hanno scaldato l’ambiente con i loro successi, di chiara matrice pugliese. Ma la vera festa è cominciata quando Jovanotti ha intonato il suo successo “Il più grande spettacolo dopo il Big Bang”, dando il via al ballo sfrenato dei 40mila presenti, dislocati e ammassati sulla spiaggia, con brevi incursioni in mare, nonostante il divieto di balneazione, con gran da fare per i bagnini impegnati nelle attività di sorveglianza.

A sorpresa, fuori scaletta, è salito sul palco Caparezza, il rapper originario della vicina Molfetta, che ha eseguito, in coppia con Jovanotti, “Vengo dalla Luna” e “Vieni a ballare in Puglia”, a sottolineare i due fili conduttori dello show barlettano. Nel tripudio della pugliesità sono risaliti sul palco i Sud Sound System con la loro “Sciamu a ballare”, accompagnati da alcune ballerine di pizzica salentina.

Lo show di Lorenzo è proseguito tra la dedica di “A te” alla moglie Francesca, presente a Barletta e visibilmente commossa, tanto da abbracciare il marito durante la canzone, e l’esibizione della cover di “Luna” di Gianni Togni, in occasione del 50esimo anniversario dello sbarco dell’uomo sulla Luna.

Prima di congedarsi dal suo pubblico, Jovanotti ha invitato tutti a raccogliere i propri rifiuti dalla spiaggia, nonostante, ha precisato, ci saranno dei professionisti che restituiranno la spiaggia alla città di Barletta più bella di prima. Il deflusso del pubblico è stato ordinato, nonostante qualche malumore per l’insufficiente numero di navette, che dovevano portare la gente alle aree di parcheggio, distanti anche 5 km, che qualcuno, stanco di aspettare ha fatto a piedi.

Il Jova Beach Tour si sposta ora in Sardegna, a Olbia (martedì 23 luglio), mentre la tappa di sabato 27 luglio di Albenga è stata annullata, poiché le recenti mareggiate hanno ridotto la spiaggia di circa 12 metri. Il cantante su Instagram ha spiegato le ragioni dell’annullamento e ha garantito che si troverà una soluzione alternativa che preveda il recupero/spostamento del concerto o il rimborso totale dei biglietti venduti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Costantino Ferrulli

Costantino Ferrulli - Sono stato al Jova Beach Party e come tutte le cose ci sono aspetti positivi e altri negativi, e in alcuni casi occorre mettere sul piatto della bilancia questi aspetti e capire cosa pesi di più. L’aspetto positivo è sicuramente il clima di festa che si vive in questo che, più che un concerto, è, appunto, una festa sulla spiaggia. L’aspetto negativo è la scelta della location, ma soprattutto una leggerezza nell’organizzazione dell’evento, che richiama circa 40mila persone per ogni data, sulla predisposizione delle vie di fuga in caso di emergenza, che secondo il mio parere sono insufficienti per la mole di persone presenti, in particolare sul lato mare, ove non esiste una via di fuga, se non il mare stesso. Considerando che lo stesso Jovanotti, in merito all’annullamento di Albenga, ha dichiarato che la sicurezza del pubblico viene prima di tutto, mi auguro che nelle prossime tappe si migliori proprio questo aspetto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!