Iscriviti

Il Pagante: fenomeno inarrestabile o una moda demenziale?

Nel giorno dell'uscita del nuovo singolo del gruppo milanese, la redazione si pone qualche domanda sulla nascita e il trascorso de "Il Pagante": ci troviamo dinnanzi a feroce satira sulla gioventù meneghina o a semplice spazzatura?

Musica
Pubblicato il 4 febbraio 2014, alle ore 15:59

Mi piace
0
0
Il Pagante: fenomeno inarrestabile o una moda demenziale?

La domanda è legittima quando si apre il video su YouTube dell’ultima canzone de “Il Pagante” uscita nelle ultime ore ed è “Ma questi ragazzi ci sono o ci fanno?”. Stanno davvero portando avanti un’opera satirica costruita attorno ai modi di fare dei teenager milanesi in un groviglio di “bella”, “sbatti”, “sboccio” e “pettinero” oppure sono semplicemente parte del fenomeno e non fanno che aumentare la “paganza” dei suddetti?

Può essere difficile stabilirlo ma innegabilmente c’è qualcosa sotto la loro pagina Facebook con quasi sessantamila like e l’ultimo video (“#Sbatti”) che ha sorpassato la soglia delle due milioni di visualizzazioni su YouTube.

Forse le basi prodotte dal duo-edm Merk&Kremont, forse le belle ragazze o l’onnipresente Diprè. Ma forse, o sicuramente, l’animo con cui è affrontata la questione: quella spensieratezza che non fa sentire in colpa nessuno di essere “un po’ pagante”…

Un po’ quell’idea del “si sta parlando di tutti quindi non si sta parlando di nessuno”. Certo, il ritratto della gioventù lombarda a questo punto potrebbe parire piuttosto triste agli spettatori ma andrebbe tenuto in considerazione il fatto che in tutta Italia le serate del Pagante sono richiestissime e gettonatissime… a quanto pare il giovane pagante milanese sta diventando modello per tutti i giovani italiani che a loro volta stanno sviluppando tanta attenzione verso “Vodka Belvedere” ed eventuali sbocciate. Fin dove arriverà questo fenomeno è ancora difficile a dirsi: social network, iTunes, concerti e chissà dove ancora. Finchè ci saranno i paganti ci sarà il Pagante, fino alla prossima moda.

A questo punto non mi resta che lasciarvi con la loro ultima creazione: Pettinero

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!