Iscriviti

Il nuovo album di Loredana Bertè, in copertina con la camicia di forza: "Ricordo di un ricovero psichiatrico"

E' uscito il nuovo album di Loredana Bertè dal titolo "LiBerté", un disco che fa uscire l'anima rock dell'artista. La foto in copertina è stata l'occasione per lei di ricordare un momento del suo passato. Vediamo di cosa si tratta.

Musica
Pubblicato il 27 settembre 2018, alle ore 12:07

Mi piace
12
0
Il nuovo album di Loredana Bertè, in copertina con la camicia di forza: "Ricordo di un ricovero psichiatrico"

Loredana Bertè è tornata più grintosa che mai. Con il nuovo album è riuscita a far affiorare la sua anima rock, e a distanza di 13 anni dall’uscita della sua ultima fatica – BabyBerté – ecco arrivare “LiBertè“, unione perfetta tra le parole “libertà” e “Bertè”. 

La rinascita della cantante, tanto attesa e voluta, sembra essere rissunta in una frase contenuta in un brano dell’album, dal titolo “Davvero“. Il verso in questione recita così: “Per far luce bisogna bruciare“, perfetta metafora dei tormenti che l’hanno accompagnata nella vita, ma che l’hanno resa capace di illuminare il suo cammino.

Dopo il successo del tormentone estivo, insieme ai Boomdabash, “Non ti dico no“, eccola tornare con un album che sembra riportarla alle origini e al rock che l’ha sempre contraddistinta. Questo suo ultimo lavoro parla molto di lei, dell’artista a cominciare dalla copertina nella quale si vede Loredana alle prese con una camicia di forza.

Il ricordo della camicia di forza e la sua presenza al Festival di Sanremo

Una scelta ponderata che le da la possibilità di ricordare un aneddoto del suo passato, perfettamente in linea con la foto e lei stessa rivela: “Un ricordo di una disavventura psichiatrica di qualche anno fa. Quella camicia di forza in copertina vuole suggerire tutta la voglia di libertà che ho. Libertà è follia. Io sono questa e quella foto è un manifesto. La camicia di forza, anni fa, mi è stata messa davvero per tre giorni“. Era precisamente il 2002 quando, in seguito ad uno scontro con alcuni vicini, alla cantante fu praticato un TSO – trattamento sanitario obbligatorio – contro la sua volontà e per questo, fu ricoverata presso il reparto psichiatrico del Policlinico di Milano. Proprio in quell’occasione venne usata la camicia di forza, per immobilizzarla. 

Un album potente che ingloba tutta la vita di Loredana, dal dolore mai sopito per la perdita dell’amata sorella Mimì, fino ad arrivare alle consapevolezze di oggi: “Rivendico il mio diritto alla follia e alla libertà“. Infine arriva anche un’anteprima esclusiva: la sua partecipazione al Festival di Sanremo: “Voglio rompere le scatole per 5 giorni, poi sarà Baglioni a decidere“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Cristina Giuli

Cristina Giuli - Un'artista che non smetterà mai di ammaliare il pubblico con le sue canzoni e la sua grinta. La vita l'ha messa davvero a dura prova, ma lei ha dimostrato di poter riuscire a tornare sulla cresta dell'onda. Rivederla a Sanremo sarebbe una bella vittoria per lei e per tutti quelli che non hanno mai smesso di amarla.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!