Iscriviti

I cantanti e musicisti italiani e stranieri morti nel 2020

Il 2020 ha visto la scomparsa di molti cantanti e musicisti, da Ennio Morricone ad Eddie Van Halen, passando per Stefano D’Orazio dei Pooh e Pau Donés dei Jarabe de Palo . Ecco l'elenco dei musicisti e cantanti morti nel 2020.

Musica
Pubblicato il 1 gennaio 2021, alle ore 15:30

Mi piace
9
0
I cantanti e musicisti italiani e stranieri morti nel 2020

Sono stati numerosi i musicisti e cantanti che ci hanno detto addio nel 2020, sia nel panorama internazionale che in quello italiano. Ecco l’elenco dei grandi nomi della musica scomparsi nel 2020.

Gli autori di tre delle canzoni più famose della storia sono scomparsi nei primi mesi dell’anno: Little Richard, icona della musica americana pop, soul e funk la cui più famosa hit è “Tutti Frutti”, è morto a maggio a 87 anni, mentre a marzo è morto il cantante di “Aint no Sunshine” Bill Withers e Johnny Nash, che scalò le classifiche con la sua “I can see clearly now”, è morto at 80 anni ad ottobre.

Ad Aprile il Covid-19 si è portato via a soli 52 anni Adam Schlesinger, cantante dei “Fountains of Wayne” ed autore delle canzoni di successo per film come “Scrivimi una canzone” e “Music Graffiti” e per lo show “Crazy Ex-Girlfriend”.

L’icona della musica Country Kenny Rogers è morto ad 81 anni il 20 marzo, mentre Bonnie Pointer, una delle Pointer Sisters, è morta a giugno a 69 anni. Spencer Davis, fondatore del “Spencer Davis Group” noto per le hit degli anni ’60 “Keep On Running” e “Gimme Some Lovin'”, è morto ad ottobre ad 81 anni.

Il 9 giugno ci ha lasciati lo spagnolo Pau Donés, ucciso da un cancro al colon a soli 54 anni. Il cantante dei Jarabe de Palo aveva raggiunto una enorme popolarità nel nostro paese grazie a successi come “La Flaca” e “Depende”, del quale registrò anche una versione italiana scritta da Jovanotti, e aveva pubblicato a maggio di quest’anno il decimo album dei Jarabe de Palo, “Tragas o escupes”.

Aveva ben 103 anni Vera Lynn, scomparsa a giungo. La cantante britannica era nota per la canzone del 1939 “We’ll Meet Again”, diventata popolare durante la seconda guerra mondiale e scelta poi da Kubrik per la colonna sonore de “Il dottor Stranamore” del 1964. Poco prima della morte di Vera, la canzone aveva ripreso popolarità quando la Regina Elisabetta l’aveva citata nel suo messaggio alla nazione all’inizio della pandemia di Coronavirus.

Per quanto riguarda i musicisti, Peter Green, chitarrista membro fondatore dei Fleetwood Mac, è morto a 73 anni a luglio, mentre Eddie Van Halen, chitarrista dei Van Halen considerato tra i migliori al mondo, ha perso la sua battaglia contro il cancro il 6 ottobre a soli 65 anni.

Parlando del panorama musicale italiano, a Febbraio sono scomparse la soprano Mirella Freni, 85enne coetanea e grande amica di Pavarotti,  ed Elisabetta Imelio, cantante e musicista dei “Prozac+” scomparsa a soli 44 anni a causa di un tumore.

Ennio Morricone, compositore italiano noto in tutto il mondo grazie alle sue colonne sonore per film, è scomparso il 6 luglio a 91 anni dopo una lunga e prolifica carriera che lo ha portato a vincere due Premi Oscar.

Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh, è morto a 72 anni ad inizio novembre. In cura per una forma di leucemia nel 2019, era in via di recupero quando ad ottobre ha contratto il Covid-19 che se lo è portato via poche settimane dopo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Anna Santini

Anna Santini - Sono rimasta molto male della morte di Jarabe de Palo, la sua musica ha accompagnato la mia adolescenza. La morte di Morricone poi è stata un duro colpo, le colonne sonore non saranno più le stesse dopo la sua scomparsa. Era un Maestro con la M maiuscola, una vera icona delle musiche per film.

Lascia un tuo commento
Commenti
Francesco Cugnetto
Francesco Cugnetto

02 gennaio 2021 - 08:17:13

Eddie Van Halen ci mancherà! Grazie per aver condiviso questa notizia. Ciao

0
Rispondi