Iscriviti

Gio Evan parla di "Arnica" e della cover "Gli Anni": "Devo tantissimo a Max Pezzali e lo ringrazio portandolo sul palco"

Intervistato da Radio Bruno, Gio Evan parla della sua prima esperienza al "Festival di Sanremo" svelando alcuni dettagli su "Arnica" e sulla cover "Gli Anni" degli 883.

Musica
Pubblicato il 3 marzo 2021, alle ore 09:25

Mi piace
2
0
Gio Evan parla di "Arnica" e della cover "Gli Anni": "Devo tantissimo a Max Pezzali e lo ringrazio portandolo sul palco"

Giovanni Evani Giancaspro, conosciuto con il nome di Gio Evan, ha conquistato la popolarità nel 2008 con il libro “Il florilegio passato – stampato in proprio”, in cui parla del suo viaggio in India. Solamente nel 2012 inizia a muovere i primi passi nella musica in cui fonda “Le scarpe del vento”, progetto musicale dove scrive, canta e suona la chitarra e pubblica l’album “Cranioterapia”, rilasciato in maniera del tutto indipendente.

La sua grande passione però resta la scrittura e i viaggi in tutto il mondo, e negli anni ha pubblicato vari libri dedicati a questo tema come “Gigantografie” e “Le poesie più piccole del mondo”. Nello stesso periodo si dedica pure ai romanzi ma non abbandona la carriera musicale: nel 2018 lancia il primo disco prodotto da MArteLabel intitolato “Biglietto di solo ritorno”, l’anno successivo invece tocca a “Natura molta” e infine, con la sua partecipazione al “Festival di Sanremo”, esce dal 12 marzo “Mareducato”.

Gio Evan parla di “Arnica” e della scelta su “Gli Anni”

Nella sua ultima intervista rilasciata dalla sua tenda a Radio Bruno, Gio Evan parla sia dell’esordio al “Festival di Sanremo” che di “Arnica“: “Sono contento di portare a Sanremo un timbro della mia vita che è ‘Arnica’. Ho voluto innalzare la potenza di questa pianta che la sfrutteremo come metafora che nasce in grandi altitudini ma nonostante ciò è perenne anche se si tratta di una pianta molto piccola e fragile. Mi piace far vedere a me quanto l’eternità a volte sia anche un concetto di fragilità e di minuscolosità”.

Nonostante non ci sia il pubblico al teatro Ariston a causa delle ultime normative legate al Covid-19, Gio Evan non nasconde di sentire una certa pressione, ovviamente positiva, dalla gente. L’artista infatti è convinto che ci sono comunque milioni di italiani pronti a seguire lui, e gli altri cantanti, direttamente dal loro divano di casa.

Infine si parla anche della giornata di giovedì, in cui si esibirà insieme ai concorrenti di The Voice Senior nel brano “Gli Anni” degli 883: “‘Gli Anni’ è un po’ il continuo di ‘Arnica’, poiché sono andato a ripescare un po’ quelle fasce di età. Nella mia adolescenza c’è Max Pezzali a tutto tondo. Devo tantissimo a lui. Max è stato sempre presente nei ragazzi che hanno vissuto i primi anni ’90 e quindi voglio ringraziarlo un po’ portandolo sul palco di Sanremo con questo brano”.

L’artista quindi si esibirà stasera con “Arnica” insieme agli altri dodici cantanti che sono: Bugo, Ermal Meta, Extraliscio feat. Davide Toffolo, Fulminacci, Gaia, Irama, La Rappresentante di Lista, Lo Stato Sociale, Malika Ayane, Orietta Berti, Random e Willie Peyote.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Emanuele Novizio

Emanuele Novizio - Gio Evan può essere la sorpresa positiva di questa settantunesima edizione del "Festival di Sanremo". Ammetto di essere molto curioso sul brano "Arnica" e, se ha fatto la scelta giusta, potrebbe finalmente farsi conoscere al grande pubblico. Molto coraggioso invece è con il brano "Gli Anni", dal momento che si tratta della prima cover degli 883/Max Pezzali a essere portata sul palco.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!