Iscriviti

Daniele Silvestri torna ad esibirsi dal vivo: "Emozionato come un bambino"

Daniele Silvestri segue l'orma di altri suoi colleghi e torna a suonare live a partire dal 18 luglio, con tantissime date sino alla fine di agosto. Un'estate di musica e concerti per lui e il suo staff, che tornano a vivere di ciò che amano.

Musica
Pubblicato il 26 giugno 2020, alle ore 16:23

Mi piace
10
0
Daniele Silvestri torna ad esibirsi dal vivo: "Emozionato come un bambino"

Per quanto riguarda la dimensione live, ovvero i concerti dei grandi artisti, sicuramente sarà un’estate strana dal punto di vista della musica, considerando le norme vigenti in materia di pandemia e Covid-19. Nonostante le restrizioni, alcuni artisti, quali Diodato, Max Gazzè, Alex Britti e non ultimo Daniele Silvestri, decidono di riappropriarsi della musica dal vivo e regalare delle emozioni suonando ed esibendosi per i fan e il loro pubblico.

Dal 18 luglio da Villafranca di Verona, presso il Castello Scaligero, parte “La cosa giusta”, il tour che andrà avanti fino 29 agosto come ultima data a Taormina per un totale di 15-20 date. Un tour che, come quelli di altri artisti, in base alle norme Covid, deve adattarsi a ospitare soltanto 1000 persone che per lo stesso Silvestri, “valgono uno stadio”. Lo stesso artista si è decurtato una parte del suo cachet per poter tornare a suonare con i musicisti.

A proposito della dimensione live e del contatto con il pubblico, lo stesso Silvestri si esprime in questo modo: “Solo un mese fa sembrava impossibile e invece suoneremo. Con serietà ma con entusiasmo, con attenzione ma con coraggio, con pudore ma con energia. E sicuramente sarà diverso, più complicato, anomalo. Avrà un sapore diverso e anche per questo non è stato facile trovare un nome al tour che suonasse ottimistico senza dimenticare tutta la sofferenza che c’è stata”.

Un ritorno ponderato e per il quale ha verificato ogni aspetto, compresa la salute dello staff e ha deciso di rimettersi in gioco, suonando, esibendosi live per il suo pubblico. Per lui, il voucher rappresenta un’alternativa, un modo per continuare a suonare ed esibirsi. Sul palco non sarà da solo, in quanto ci saranno tutti i suoi musicisti, che torneranno a fare ciò che amano, esattamente come lui.

Come il 4 maggio, in cui si è tornati a uscire dopo mesi di lockdown, Silvestri si dice emozionato come un bambino nell’attesa di tornare a suonare ed esibirsi per i suoi fan, il suo pubblico. Nel frattempo, spera che Milano torni nuovamente ad accendersi e brillare, quindi a ripartire.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - La dimensione live è sicuramente quella più cara agli artisti, che stanno lentamente ritrovando l'emozione di esibirsi, far ascoltare la propria musica al pubblico, che non vede l'ora di esserci, con tutte le ristrettezze del caso. Daniele Silvestri torna a suonare ed è bello che con lui lo facciano anche tutti gli altri musicisti che vivono di questo e hanno famiglie da sostentare. Un modo per ripartire nel nome della musica.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!