Iscriviti

Covid-19, morto il cantante no-vax Marcus Birks

Il 40enne e cantante della band britannica The Chameleonz si è spento il 27 agosto scorso presso l'ospedale Royal Stoke University. Si dichiarava in perfetta forma fisica, per cui secondo lui non aveva bisogno del vaccino. Si è pentito prima di morire.

Musica
Pubblicato il 3 settembre 2021, alle ore 14:46

Mi piace
0
0
Covid-19, morto il cantante no-vax Marcus Birks

Prima sosteneva teorie cospirazioniste contro il Covid-19 e i vaccini, poi, Markus Birks, 40 anni e cantante della band inglese The Chameleonz, ha contratto improvvisamente la malattia. Le sue condizioni si sono rivelate da subito molto serie, per cui si è reso necessario il ricovero presso il Royal Stoke University Hospital, dove è stato intubato per diverso tempo in terapia intensiva. Il 27 agosto scorso i medici ne hanno dichiarato il decesso, proprio a causa delle complicazioni portate dal Sars-CoV-2. 

Tra l’altro, mentre era in terapia intensiva, l’uomo è venuto a sapere che presto sarebbe diventato papà. Questo era il suo più grande sogno. Ma purtroppo il Covid ha avuto la meglio su di lui. Se lo è portato via lasciando nel dolore la moglie e i tutti i suoi famigliari. Prima che la situazione potesse aggravarsi fino al conseguente decesso, Birks si era pentito delle sue teorie no-vax, per cui in un messaggio aveva invitato la gente a vaccinarsi contro questo pericoloso patogeno. 

La moglie ha reso omaggio a Marcus

Lis, la moglie di Marcus Birks, ha reso omaggio al marito scrivendo un messaggio: “il mio cuore è stato completamente strappato via e non so come affrontare un tale dolore”– queste sono le dolci parole che la moglie gli ha rivolto. L’artista era proprio convinto che il vaccino a lui non servisse, in quanto era in perfetta forma fisica. 

Faceva sport ben 5 volte alla settimana. Ma appositi studi scientifici hanno già dimostrato di come il coronavirus Sars-CoV-2 possa avere effetti devastanti anche sulla salute delle persone che praticano uno stile di vita sano. Il Covid è una malattia multiorgano, che non è infatti minimamente paragonabile ad una normale influenza, così come credono cospirazionisti e no-vax. 

“Se non ti sei ammalato non pensi che ti ammalerai, quindi ascoltami. Quando ti senti come se non riuscissi a respirare a sufficienza, questa è la sensazione più spaventosa del mondo” – così aveva detto Birks nel suo messaggio. Pochi giorni, purtroppo, è venuto a mancare. Il mondo della musica inglese adesso ha perso una grande icona. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Federico Sanapo

Federico Sanapo - Queste notizie ci fanno capire di come il Covid possa essere una malattia molto pericolosa. Bisogna infatti tenere presente che se si contrae la malattia in questione è molto facile finire in terapia intensiva e perdere la vita. Non importa se si è in forma fisica o meno. Per questo rimane fondamentale seguire le regole anti Covid e vaccinarsi contro il Sars-CoV-2.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!