Iscriviti

"Come il re leone", il nuovo EP di Cranio Randagio

È stato recentemente pubblicato il nuovo EP dal titolo "Come il re leone", in occasione del secondo anniversario della morte del cantante romano Vittorio Bos Andrei, conosciuto dal pubblico come Cranio Randagio.

Musica
Pubblicato il 1 dicembre 2018, alle ore 20:55

Mi piace
5
0
"Come il re leone", il nuovo EP di Cranio Randagio

“Io volerò via perchè nel cielo c’è molto di più”. Così Cranio Randagio, classe 1994, canta nella sua canzone “Petrolio“, come se già sapesse ciò che lo aspettava. Testo toccante che, dopo la morte del giovane cantante, sembra ti entri nelle vene. Avevamo conosciuto Cranio Randagio per la sua partecipazione ad X-Factor nel 2015, nella squadra del giudice Mika, al quale piaceva molto ma che, alla fine, non venne selezionato per il live.

In seguito alla sua partecipazione ad X-Factor Italia, il ragazzo aveva pubblicato il suo primo EP intitolato “Love&Feelings“, che contiene il suddetto brano “Petrolio”, una delle sue canzoni più note, insieme ad un duetto con il suo compagno di X-Factor, Davide Shorty.

A due anni di distanza dalla morte del cantante, i suoi familiari, amici e collaboratori di sempre hanno deciso di ricordarlo con la pubblicazione di un nuovo EP, dal titolo Come il re leone“, tramite un video postato su Facebook. L’album, uscito lo scorso 9 novembre, contiene otto brani, di cui sei inediti e due collaborazioni con i cantanti Gemello e Sergio Andrei. La tracklist è la seguente:

  1. Se solo potessi
  2. Tarantino
  3. Lupi della notte (feat. Rancore)
  4. Senza una direzione
  5. Sabbia (feat. Gemello)
  6. Molta di più
  7. Estate e sto qua
  8. Impacchetta tutto (feat. Sergio Andrei)

Di Cranio Randagio si è parlato in maniera più diffusa, come spesso purtroppo capita, solo al momento della sua morte, avvenuta il 12 novembre 2016. Ora, con la pubblicazione di questo nuovo lavoro, si cerca di ricordarlo per il suo talento e la sua musica e non solo per la triste vicenda che lo ha visto purtroppo protagonista.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Angela Rossi

Angela Rossi - Il mondo ha ricordato Cranio Randagio solo per la sua morte per overdose. Il ragazzo, però, non era solo questo, valeva molto di più e non bisogna ricordarlo solo per quello che gli è successo, ma per il suo talento e la sua musica, la quale rappresentava, come lui stesso diceva, la sua vera anima.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!