Iscriviti

YouTube: canale beta per Android, 100 milioni di download per YouTube Go, nuovi spot per le TV

YouTube ha comunicato importanti iniziative che segnano ulteriori tappe nella sua storia evolutiva: il celebre video-sharing, infatti, ha attifvato un canale ufficiale per i beta tester, festeggiato i 100 milioni di download per la variante Go, e annunciato nuovi tipi di spot per le TV.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 17 ottobre 2018, alle ore 19:04

Mi piace
10
0
YouTube: canale beta per Android, 100 milioni di download per YouTube Go, nuovi spot per le TV

YouTube, la celebre piattaforma del video-sharing fondata in California nel 2005 e da 12 anni sotto il controllo di Google, nelle scorse ore, ha segnato tre importanti tappe della sua evoluzione, rappresentate dal varo del suo canale Beta per Android, dal raggiungimento di una diffusione record per quel che riguarda il suo spin-off “YouTube Go”, e dalla creazione di nuovi strumenti pubblicitari per le TV. 

Sino a poco tempo fa, la piattaforma di streaming video in questione conduceva i suoi esperimenti tramite attivazioni da server remoto su quelle che erano le sue applicazioni stabili, coinvolgendo – di volta in volta – pochi e selezionati utenti. Il risultato era che i feedback ottenuti erano pochi, i segreti non sempre venivano mantenuti, anche perché era sufficiente sbobinare il codice di programmazione delle app, per poterne svelare i segreti più reconditi (vedi l’operato della programmatrice Jane Manchun Wong, o di WABetaInfo).

Per questo motivo, Google ha cambiato registro, ed aperto un canale beta ufficiale per YouTube Android, in modo che tutti possano partecipare ai suoi test: per aderirvi, sarà sufficiente recarsi nella pagina del PlayStore appositamente adibita al testing delle apps e, quivi giunti (apps/testing/com.google.android.youtube) cliccare sulla voce “diventa un tester”. Effettuata tale scelta, una finestra successiva ci spiegherà che, accedendo allo store di Android, la vetrina dedicata abitualmente a YouTube ora permetterà il download della versione sperimentale dell’app. 

Per quanto riguarda la seconda novità, Google ha reso note alcune statistiche relative a YouTube Go, la versione iper-leggera del suo streaming video concepita per i mercati emergenti e per consumare meno dati (storage fisico e traffico mobile) sui terminali più datati (anche in Occidente).

Ebbene, nonostante la maggior parte delle “Go apps” non si schiodi dal traguardo dei 10 milioni di download, YouTube Go – invece – ha appena centrato la meta dei 100 milioni di scaricamenti, probabilmente frutto della sempre maggior propagazione dell’app (di recente estesa ad altri 130 Paesi), e comunque già pre-installata sui sempre più popolari e diffusi smartphone del progetto Android Go. 

Infine, la pubblicità. Mountain View, nel suo blog istituzionale, ha diramato alcuni dati interessanti anche a proposito di quanto sia fruito YouTube sugli schermi televisivi, spiegando che – ogni giorno, sulle TV – i video YouTube guardati ammontano a 180 milioni di ore riprodotte. Queste ultime, ora, potranno essere messe a disposizione degli inserzionisti tramite spot i cui formati potranno essere variati in base al policiaggio del monitor sul quale vengono riprodotti. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - YouTube, attivando il suo canale Beta ufficiale, fa un po' di ordine anche nel mondo, fino ad ora confusionario, dei suoi esperimenti: più o meno tutti gli sviluppatori di software di un qualche livello raccolgono i feedback tramite questo sistema, e non si capiva perché questo portale facesse altrimenti. Naturalmente, trattandosi di beta version, si dovranno mettere in conto anche bug, e crash vari. Capitolo YouTube Go: tale app consegue un record di diffusione, segno - forse - che la sua versione standard, così accessoriata com'è, non è che faccia impazzire proprio tutti... Infine, i nuovi formati pubblicitari destinati a YouTube TV dimostrano che, sempre più, questa piattaforma viene percepita come un fornitore di contenuti anche per i grandi schermi dei nostri salotti: ovvio che agli inserzionisti faccia gola l'approdarvi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!