Iscriviti

Wind e Tre si fonderanno: l’Antitrust dà l’Ok

La fusione fra Wind e Tre è fatta ma per il momento i due operatori rimangono distinti e separati. Dopo l'effettiva fusione ci sarà un cambio del nome e delle variazioni alle tariffe portando una grossa ventata di aria fresca un po' a tutto.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 2 settembre 2016, alle ore 16:23

Mi piace
1
0
Wind e Tre si fonderanno: l’Antitrust dà l’Ok

L’Antitrust dà la sua ultima decisione un po’ prima del previsto. Possiamo dire che Wind e Tre Italia si uniranno sotto un’unica gestione per diventare un operatore più forte. Il via è stato dato e ora si devono avviare molte procedure per rimettere di nuovo in carreggiata il tutto. I clienti di Tre Italia e Wind non devono allarmarsi solo per il momento. Devono restare sintonizzati sui rispettivi canali perché dalla fusione nascerà un vero e proprio nuovo operatore.

La fusione avverrà fra non molto e coinvolgerà un po’ tutto: nome, logo, servizi, copertura, promozioni, piani tariffari, rete, siti internet, applicazioni, e numeri utili. La fusione coinvolgerà anche probabilmente tutti i device coinvolti con i firmware modificati appositamente dai produttori. Di solito gli smartphone venduti nei centri specifici hanno delle piccole modifiche che coinvolgono l’aggiornamento via OTA dello smartphone.

Anche se solo per il momento Wind e Tre Italia sono due operatori differenti, bisgna tenersi pronti per effettuare il passaggio non appena le ultime trattative verranno concluse. Non manca molto ma dobbiamo comunque aspettare la fine della procedura di fusione.

Il nuovo operatore dovrà fronteggiare altri tre rivali: TIM, Vodafone e Free Mobile. L’operatore può contare su una copertura più vasta grazie alla fusione e su servizi ovviamente convenienti cercando di non incidere troppo su un prezzo alto. A quanto pare conta più di 30 milioni di clienti ereditati, quindi sotto questo aspetto si prospetta temibile sin dalla nascita. Inoltre con il proseguire delle nuove tecnologie, il nuovo operatore può contare molto sulla progressione dei servizi e sulla loro estensione.

Da ora in poi le cose saranno più diverse perché da questo autunno le cose si fanno più aggressive. TIM e Vodafone sono pronte mentre Free Mobile è nuova nel nostro territorio anche se può contare sulla fama già ottenuta in Francia. Chi sarà il migliore lo dimostrerà il mercato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanni Giordano

Giovanni Giordano - Immagino grandi cose per questo operatore. Non penso che il loro nome sia una fusione dei corrispettivi nomi: sarebbe troppo banale. Forse il logo potrebbe essere fatto in questa maniera. Quello che più mi interessa è capire come si regoleranno ora che milioni di utenti sono divisi fra Wind e Tre. Credo che i soldi spesi nell'abbonamento rimarranno fino allo scadere dello stesso e poi si dovrà procedere con l'assunzione del nuovo piano tariffario. Non è finita qui: chi, ad esempio, ha la linea fissa dovrà cambiare modem? Le rimodulazioni e riadattazioni sono numerose e si spera che questo nuovo gestore prosperi come si deve.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!