Iscriviti

Vivo Z1i, sempre con notch ma con ancora più autonomia grazie al downgrade di processore e fotocamere

BBK Electronics, a pochi mesi dal varo del modello standard, ha annunciato il ridotto (nella potenza e nelle fotocamere) Vivo Z1i che, però, mantiene l'estetica ed il display del predecessore, aumentando l'autonomia grazie alla batteria ancora da 3.260 mAh.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 3 luglio 2018, alle ore 10:04

Mi piace
9
0
Vivo Z1i, sempre con notch ma con ancora più autonomia grazie al downgrade di processore e fotocamere

La sempre più popolare BBK Electronics, nelle scorse ore, ha annunciato un nuovo smartphone, evoluzione di un medio gamma presentato a Maggio: il nuovo Vivo Z1i vanta molto più spazio fisico d’archiviazione, mantiene immutate diverse specifiche tra cui la batteria (con sommo vantaggio per l’autonomia), ma riduce in downgrade sia la qualità delle fotocamere, che la potenza del processore.

Il nuovo Vivo Z1i presenta una scocca in policarbonato (154.81 x 75.03 x 7.89 mm, per 149 grammi) con finiture in lega di alluminio, cadenzata nelle colorazioni Black Gold e Hyun Red con, sul frontale, ad accogliere la selfiecamera da 16 megapixel con Face Unlock, un caratteristico notch (ex trend must have 2018 degli smartphone). Al di sotto, sull’84.48% della superficie di questo lato, è presente il display LCD IPS da 6.26 pollici, con risoluzione FullHD e ottima densità d’immagine (403 PPI).

Il retro del Vivo Z1i propone al centro, in posizione mediana, un rotondo sensore per le impronte digitali e, in alto a sinistra, il semaforo con le due fotocamere da 13 (f/2.2) +2 (f/2.4) megapixel, capace di girare video a 1080p, stabilizzando otticamente le immagini, messe a fuoco dal rilevamento di fase (oltre che dallo zoom digitale) e supportate, negli scatti notturni, dal Flash LED.

Nel mezzo di questo sandwich tecnologico, invece, opera – assistito da 4 GB di RAM (LPDDR4) e da una scheda grafica Adreno 509 – un processore a 8 core della Qualcomm che, ora, non è più lo Snapdragon 660 ma lo Snapdragon 636 (con 1.8 GHz di frequenza massima). Lo storage, espandibile via microSD, passa da 64 a 128 GB, ed offre molto più spazio alle app ed ai file gestiti, lato software, da Android Oreo 8.1 con interfaccia Funtouch OS 4.0. Notevole, come già accennato, la potenziale autonomia: la batteria, ricaricabile via microUSB 2.0, è rimasta da 3.260 mAh.

Chiude la scheda tecnica del Vivo Z1i, in commercio da oggi a circa 245 euro (1.799 yuan, a partire dal mercato cinese), il Dual SIM ibrido, il 4G/LTE (con telefonate VoLTE), il Wi-Fi ac (dual band, hotspot, direct), il Bluetooth 5.0 (con A2DP), il GPS (A-GPS, BeiDou, Glonass), ed un jack da 3.5 mm per le cuffie cablate (non risulta la Radio FM).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Dando un'occhiata alle sue specifiche, il Vivo Z1i mi sembra esser stato concepito con grande intelligenza: rimasto uguale il display, ma ridotte di poco la potenza di calcolo e le performance delle fotocamere, con una batteria da 3.260 mAh, si dovrebbe poter avere un'autonomia persino migliorata (rispetto al predecessore). Buone le feature portate dal Funtouch 4.0, tra cui il Face Unlock realizzato lato software.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!