Iscriviti

Vivo V7+, top di gamma per amanti dei selfie e della musica, con scansione del viso

La cinese Vivo ha appena presentato un top di gamma economico, il Vivo V7+, pensato per gli amanti dei selfie, e della musica di alta qualità: buona anche l'autonomia, e la sicurezza, che annovera anche il riconoscimento del volto tramite selfiecamera.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 8 settembre 2017, alle ore 10:05

Mi piace
7
0
Vivo V7+, top di gamma per amanti dei selfie e della musica, con scansione del viso

Nel corso di un evento tenutosi in India, nella capitale Mumbai, la cinese Vivo – uno dei maggiori produttori mondiali di smartphone – ha presentato un top di gamma “economico”, il Vivo V7+, destinato agli amenti dei selfie, e della musica di qualità: eccone i segreti. 

Vivo V7+ ha una scocca unibody che, grazia alla plastica, mantiene un peso particolarmente contenuto (155.87 × 75.7 × 7.7mm, per 160 grammi): il frontale – costituito da un vetro curvo 2.5D – è dominato, per l’84,4% dal display, grazie a cornici ampie appena 2.15 mm, ed è protetto dalla tecnologia Gorilla Glass 3 mentre, sul retro, è presente lo scanner per le impronte.

Lato multimedia, dal punto di vista visivo, il Vivo V7+ dispone di un display FullVision da 5.99 pollici, con risoluzione HD + (1440×720 pixel), in virtù del rapporto di forma a 18:9. La selfiecamera arriva, dotata di Flash LED (“Moonlight Glow”) e focale a f/2.0 per ottime foto anche con poca luce, arriva a 24 megapixel di risoluzione, e – oltre alla modalità “panorama” e “autoritratto” – vanta anche l’ottimizzazione “Face Beauty 7.0” (rimuove le imperfezioni della pelle) e la funzione “Face Access” (accesso al device tramite riconoscimento del viso).

Sul retro, invece, la fotocamera principale è da 16 megapixel, sempre con un Flash LED e ed il focale a f/2.0: in questo caso, però, il plus è rappresentato da un autofocus a rilevamento di fase. Passando all’audio, invece, si annovera sia la presenza del jack da 3.5 mm, che di un chip Hi-Fi (AK4376A) dedicato. 

La fluidità computazionale del Vivo V7+ si basa sul processore Snapdragon 450 e sulla GPU Adreno 506, oltre che su una dotazione di 4 GB di RAM: per la memorizzazione dei dati, sono disponibili 64 GB di storage, espandibili a 256 grazie ad un carrellino con triplo slot, capace di supportare tanto una schedina microSD, quanto due SIM.

Ottima la connettività, visto che il Vivo V7+ presenta il Wi-Fi ac (dual band), il Bluetooth 4.2, il 4G (con VoLTE), ed il GPS (Glonass): tramite la porta microUSB, si può ricaricare la batteria da 3225 mAh. Il sistema operativo a bordo è Android Nougat 7.1, personalizzato con l’interfaccia proprietaria FunTouch 3.2. I pre-ordini del Vivo V7+ sono appena partiti, ed il device, previsto nelle colorazioni Champagne Gold e Matte Black, esordirà in commercio il 15 Settembre, a partire dal mercato indiano, a circa 290 euro (21.990 rupie).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Analizzando la scheda tecnica del Vivo V7+ emerge un device con tanti punti a favore, come la sicurezza, affidata allo scanner per le impronte ed alla sicurezza del viso, e l'attenzione alle fotocamere ed all'audio. Considerata la risoluzione del display, e l'octa core poco esigente energeticamente, la batteria dovrebbe offrire una buona autonomia: e allora? Il problema è che la plastica, scelta per la scocca, penalizza davvero tanto il giudizio finale, specie in considerazione dei 290 euro complessivi richiesti...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!