Iscriviti

Umidigi Z Pro, top di gamma con Helio X27, e doppia postcamera Sony

Al MWC 2017, la cinese Umidigi ha presentato l'Umidigi Z Pro, il primo smartphone ad avere il processore MediaTek Helio X27, a supporto di una doppia fotocamera posteriore Sony, con 2 sensori di eguale capacità. Eccone la scheda tecnica completa.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 3 marzo 2017, alle ore 10:28

Mi piace
8
0
Umidigi Z Pro, top di gamma con Helio X27, e doppia postcamera Sony
Pubblicità

Tra gli smartphone che caratterizzeranno questo 2017 ancora agli esordi, molti modelli prevederanno l’adozione di una doppia fotocamera posteriore, in genere con un secondo sensore depotenziato. Al MWC 2017 di Barcellona, la cinese Umidigi, ex UMi, ha presentato l’Umidigi Z Pro, il primo smartphone ad avere sia il Soc MediaTek Helio X27, che due postcamere di pari capacità: eccone le specifiche comunicate.

L’Umidigi Z Pro ha un corpo unibody realizzato in lega di alluminio (154 x 76 x 8.2 mm, per 175 grammi) con finiture lucide lungo il perimetro, linee pulite interrotte solo dalle bande per le antenne, e frontale realizzato con un vetro leggermente curvo 2.5D

Quest’ultimo ospita un display IGZO Sharp da 5.5 pollici, con risoluzione FullHD (1920×1080 pixel), ed una fotocamera anteriore con sensore Samsung S5K3L8 da 13 megapixel, e Flash Soft Light per ottenere selfie con colori naturali anche negli ambienti con poca luce.

Sul retro, in assenza del sensore biometrico, collocato sotto il tasto Home frontale (sblocco in 0.1/0.3 secondi), troviamo “solo” una doppia fotocamera, con due sensori Sony IMX258 da 13 megapixel ciascuno – uno monocromatico, e l’altro a colori – coadiuvati dall’autofocus, e da un Flash a 4 LED: in questo modo, il sensore monocromatico scatta foto in bianco e nero naturali, aggiunge dettagli alla foto a colori, dona profondità agli scatti grazie all’effetto Bokeh, e permette di zoomare senza perdere dettagli o aumentare il rumore dell’immagine.

Il comparto audio può contare su una Radio FM, utilizzabile in tandem con il jack da 3.5 mm per le cuffie, e su un chip Hi-Fi dedicato (il NXP-TFA9890), per un’acustica di alta qualità. 

Passando alla “motorizzazione” dell’Umidigi Z Pro, troviamo – lato software – Android Marshmallow 6.0 (previsto Android Nougat via OTA) e – lato hardware – un processore a 10 core MediaTek Helio X27, cloccato a 2.6 GHz ed abbinato a una GPU Mali T880 MP4 (a 875MHz): il blocco di RAM è da 4 GB, mentre lo storage prevede il solo taglio da 32 GB (eMMC 5.1), comunque espandibili di 256 GB massimi grazie alle microSD. 

Equipaggiato con i classici sensori (tra cui, giroscopio e bussola), l’Umidigi Z Pro acquista espandibilità grazie alle già citate schede microSD, e tramite la porta microUSB Type-C (OTG), mentre le connettività sono affidate a Dual SIM ibrido (dual standby), Bluetooth 4.1, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n (dual band, quindi 2.4/5GHZ), ed LTE. Il localizzatore è un GPS, mentre la batteria agli ioni di litio – un’unità Sony ad alta densità energetica, da 3780 mAh con ricarica rapida – è capace di garantire un’autonomia di 13/15 giorni in sttand-by.

Umidigi Z Pro, con una bella colorazione total black, sarà in prevendita dal 9 Marzo, ma – sin da ora – permette di ottenere uno sconto di 50 euro sul prezzo finale, 329,99 dollari, semplicemente lasciando la propria mail sul sito ufficiale del prodotto. Nella medesima pagina, è possibile partecipare ad un concorso per la vincita di un Umidigi Z Pro gratuito. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il prezzo, di 330 dollari circa, può sembrare alto, per un produttore cinese che, pur in ascesa, deve ancora affermarsi presso la grande platea del pubblico: tuttavia, l'Umidigi Z Pro ha una scocca in lega di alluminio, con elegante colorazione nera, ed un hardware di elevato profilo, grazie al deca core MediaTek Helio X27: la RAM, come pure lo storage, ha il giusto ammontare, per un device di questo periodo. Notevole la cura multimediale, che giustifica il prezzo: oltre al chip Hi-Fi dedicato, troviamo il display IGZO Sharp, una selfiecamera Samsung con piccolo Flash, ed una doppia fotocamera che, in linea teorica, sembra essere stata concepita molto bene: se anche le ottimizzazioni software saranno dello stesso livello, sentiremo ancora parlare dell'Umidigi Z Pro.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!