Iscriviti

TIM strozza la rete 4G. Per tornare alla massima velocità, bisognerà pagare (e non poco)

La maggior parte delle offerte che includono la navigazione mediante tecnica 4G non hanno più accesso alla velocità permessa dal 4.5G. Le ragioni di ciò sono da ricercarsi nel lancio del 5G.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 30 giugno 2019, alle ore 01:15

Mi piace
2
0
TIM strozza la rete 4G. Per tornare alla massima velocità, bisognerà pagare (e non poco)

La stragrande maggioranza dei clienti TIM era a conoscenza, fino a pochi giorni fa, del fatto di poter navigare alla massima velocità permessa dalla rete senza troppe limitazioni (fino ad un massimo di 700 Mbps, come riportato sul contratto). In particolare, tutte le offerte dati erano abilitate alla navigazione gratuita sotto rete 4.5G, ossia il massimo standard permesso dalla rete dell’operatore.

Ebbene, sembra che qualcosa sia cambiato in modo decisivo. Se siete clienti TIM, infatti, potreste aver notato (per quanto sia impercettibile nell’uso quotidiano) una diminuzione nella velocità di navigazione in Internet. La ragione di ciò è da ricercarsi in una nuova strategia commerciale decisa dell’azienda e che non farà piacere al cliente.

TIM, la maggior parte delle offerte incorre nella velocità ‘strozzata’.

A partire dal 24 Giugno scorso, sembra che l’operatore abbia deciso di limitare la stragrande maggioranza degli utenti impedendo di navigare alla massima velocità possibile. Stando alle nuove condizioni economiche, se il cliente decide di non apportare modifiche al contratto si troverà con una velocità di navigazione Internet limitata a 150 Mbps in download e a 75 Mbps in upload. Tale cambiamento, con ogni probabilità del caso, è da imputare al lancio della rete 5G che ha imposto un cambio nella strategia commerciale portata avanti dall’operatore telefonico.

Per rendervi conto se tale modifica sia o meno di vostro interesse vi basta risalire ai dettagli della vostra offerta nell’area personale e controllare che nei termini del contratto sia ancora riportato l’accesso gratuito alla rete 4.5G. Se così fosse, non dovrete preoccuparvi di nulla e potrete ignorare l’articolo. In caso contrario, vi consigliamo fortemente di proseguire nella lettura.

Il massimo dalla rete di TIM lo si può ottenere pagando, e non poco

Se foste interessati da tale sforbiciata, ed è vostra intenzione non avere alcuna limitazione, TIM ha pensato ad alcune strategie specifiche. In primo luogo, è possibile procedere all’attivazione dell’opzione 5G ON, che ha un costo di 10 euro al mese (che si sommano a quelli richiesti dal normale canone mensile), e che riabilita la SIM alla navigazione alla massima velocità.

In alternativa, si può aderire aderire al piano tariffario TIM Advance 4.5G: una via di mezzo dal costo di 19.99 euro al mese che potrebbe interessare, viste le generose soglie di traffico previste. In tal caso, è opportuno ricordare che è previsto un costo di cambio offerta pari a 15 euro una tantum.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - La strozzatura applicata da TIM nei confronti della maggior parte dei propri clienti potrebbe non piacere molto. Certo, nella realtà quotidiana si tratta di limiti ampiamente sopportabili (la velocità disponibile è ancora sufficiente per la visione di più flussi di streaming in 4K) ma, quantomeno, una celere informativa da parte dell'operatore telefonico avrebbe sicuramente fatto piacere. Insomma, resteremo a vedere come evolverà la situazione.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!