Iscriviti

Presentato l’LG V20: top di gamma senza compromessi in ogni settore

La coreana LG, nel cuore della notte, ha presentato il suo innovativo top di gamma LG V20 con doppio display, doppia fotocamera posteriore, selfie camera grandangolare, ultimi standard di connessione, scanner biometrico e, ovviamente, Android Nougat!

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 7 settembre 2016, alle ore 19:34

Mi piace
1
0
Presentato l’LG V20: top di gamma senza compromessi in ogni settore
Pubblicità

LG ha battuto Apple sul tempo e, prima che Cupertino presentasse il nuovo iPhone 7, ha mostrato – nel corso di un evento a San Francisco – il nuovo top di gamma coreano rispondente al nome di LG V20.

Materiali

LG V20 punta innanzitutto sulla capacità di reggere gli urti e le sollecitazioni estreme. La scocca posteriore è realizzata nello stesso metallo AL6013, leggero ma resistente, che viene usato per creare gli scafi delle barche, la struttura delle bici, la fusoliera degli aerei, mentre l’impiego di un nuovo materiale in silicone consente di ammortizzare di oltre il 20% i danni delle cadute: ne consegue, quindi, la certificazione MIL-STD 810G, grazie alla quale LG V20 resiste a voli da 1.2 metri di altezza.

Comparto logico

All’interno della sua struttura troviamo, ai timoni di comando, il processore Qualcomm Snapdragon 820 che lavora in tandem con una RAM da 4 GB (LPDDR4) mentre i dati vengono costantemente memorizzati su uno storage da 64 GB: in questo caso, tramite le schedine microSD, è possibile aggiungere financo 2 TB ulteriori di spazio.

Segmento multimediale: specifiche ed ottimizzazioni

Il secondo elemento distintivo dell’LG V20 è il comparto multimediale, sia per specifiche che per funzionalità. Il display principale è un ben definito (513 PPI) 5.7 pollici con risoluzione QHD e tecnologia IPS Quantum Display mentre il display secondario da 2.1 pollici, posto al di sopra del primo, è sempre un IPS Quantum Display ben definito (513 PPI) ma con risoluzione 160×1040 pixel: tramite la feature Expandable Notifications, porta alle notifiche dopo un rapido tap e risulta essere più luminoso e con caratteri del 50% più grandi di quanto visto sul precedente LG V10.

La fotocamera anteriore è singola, con sensore a 5 megapixel, e diagramma a f/1.9 e consente selfie collettivi grazie ad una lente grandangolare da 120°: l’autoscatto “AutoShot” è smart visto che scatta la foto non appena riconosce un volto, senza necessità di passare per il pulsante fisico.

Questa volta è la fotocamera posteriore ad essere doppia: un sensore, da 8 megapixel, con diagramma a f/2.4 e grandangolo a 135° gradi, mette a fuoco grazie all’Hybrid Auto Focus che combina simultaneamente 3 strategie (Laser Detection AF, Phase Detection AF e Contrast AF) mentre l’altro, da 16 megapixel, con grandangolo da 75 gradi e diagramma a f/1.8, ha il Flash Dual LED e lo stabilizzatore ottico di immagini (OIS). Le ottimizzazioni previste per questa duplice fotocamera si concretizzano nella tecnologia Steady Record 2.0 che, anche grazie all’EIS 3.0 di Qualcomm (sincronizza le immagini col giroscopio), realizza filmati fluidi, luminosi, nitidi e senza vibrazioni la cui acustica è cristallina e pulita grazie all’impiego dell’Hi-Fi Quad DAC a 32-bit di ESS Technology che riduce il rumore ambientale del 50%.

Sempre in ambito multimediale, la collaborazione con Bang&Olufsen frutta – di serie – 3 microfoni che assicurano un ottimo audio in tutte le condizioni e, in alcuni mercati, anche la dotazione di cuffie B&O Play H3.

Connettività

Il set di connettività è completo per uscite ed aggiornato come standard: troviamo il Bluetooth 4.2 LE, il WiFi 802.11 a/b/g/n/ac, l’LTE (X12), il chip NFC per i pagamenti a sfioramento, ed una porta USB Type-C per la ricarica e lo scambio di dati via cavo fisico. Essendo lo smartphone un device mobile per natura, è necessario cautelarsi nell’eventualità che finisca in mani estranee: a quest’esigenza, provvede un sensore biometrico di impronte digitali.

Autonomia e sistema operativo

L’autonomia, altro elemento peculiare, fa conto su una batteria da 3200mAh (con Quick Charge 3.0) e sul sistema operativo Android Nougat che supporta un’eccellente multi-window e la recente ricerca di Google all’interno dei contenuti applicativi (http://news.fidelityhouse.eu/software-app/google-introduce-due-novita-sul-suo-widget-di-ricerca-android-eccole-228010.html).

Distribuzione

LG V20, cadenzato nelle colorazioni Titan, Silver e Pink esordirà a Settembre nel mercato coreano e, verosimilmente, ad Ottobre anche nel nostro Paese, ad un prezzo ancora da definire. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Mai visto, fino ad ora, un tale concentrato di tecnologia in un solo dispositivo telefonico. Definirlo telefonico, in effetti, è davvero poco: l'audio delle telefonate sarà certamente ottimo ma è anche il resto ad esserlo. LG, memore della cavolata fatta col suo LG G5 modulare, ha realizzato uno smartphone classico, senza add-on, ma includendo in esso già tutto quello che potrebbe servire all'utente per un esperienza notevole in tutti gli ambiti: sia di fruizione passiva, che di realizzazione attiva. Purtroppo, ne siamo sicuri, anche il prezzo sarà all'altezza della scheda tecnica testé vista...

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!