Iscriviti

IFA 2018: Wiko porta il "lusso democratico" dei nuovi Wiko Harry 2, View 2 Go, e View 2 Plus

Wiko, brand franco-cinese, ha presenziato ad IFA 2018 per mostrare la sua nuova gamma di smartphone accessibili per questo finale di 2018: ecco, quindi, le specifiche dei nuovi Wiko Harry 2, View 2 Go, e View 2 Plus, all'insegna del "lusso democratico".

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 3 settembre 2018, alle ore 10:00

Mi piace
7
0
IFA 2018: Wiko porta il "lusso democratico" dei nuovi Wiko Harry 2, View 2 Go, e View 2 Plus

Wiko, il brand franco-cinese con base a Marsiglia, sotto le insegne dello slogan “lusso democratico”, ha portato ad IFA 2018 la nuova generazione dei suoi smartphone accessibili, rappresentata dai Wiko Harry 2, View 2 Go, e View 2 Plus. 

Il Wiko Harry 2, leggero (150 grammi) con la sua scocca impreziosita da finiture metalliche a effetto opaco (colorazioni Anthracite-nero, Gold-oro, Bleen-viola, e Cherry Red-rosso), esibisce un widescreenn IPS da 5.45 pollici con risoluzione HD+ (18:9) sormontato da una fotocamera da 5 megapixel con Face Unlock e Selfie Flash mentre, sul retro, la fotocamera principale da 13 megapixel, con obiettivo a 5 lenti, supporta il riconoscimento automatico delle scene, diversi effetti facciali (abbellimenti e stickers) e, sempre via AI, l’effetto Bokeh: i video sino girati in fullHD@30fps, ed è presente il Time Lapse. Il processore è un quadcore (1.3 GHz) MT6739WA associato a 2 GB di RAM e 16 GB di storage, espandibili via microSD, mentre la batteria arriva a 2.900 mAh: a completarne la sceda tecnica concorrono il Dual SIM, il 4G cat.4, il jack da 3.5 mm, e l’adozione di Android Oreo 8.1 quale sistema operativo di bordo. Il tutto, a 119.99 euro da inizio Settembre.

View 2 Go e View 2 Plus, rispetto ai predecessori, mutano il notch dalla forma a goccia a quella a tacca, e si presentano entrambi come middle level, pur con piccole differenze nella forma (effetto specchiati per la back cover del primo, simil vetro per il secondo), e di sostanza (monocamera principale Sony IMX486 da 12 megapixel nel primo, dual camera principale Sony IMX486 da 12 megapixel nel secondo, ma sempre con pixel grandi 1.25 micron, messa a fuoco con rilevamento di fase e stabilizzazione dei video FullHD by Vidhance, selfiecamere rispettivamente da 5 ed 8 megapixel, con Face Unlock, scanner biometrico posteriore solo nel secondo). A parte questo, si tratta quasi dello stesso device, come evidenziato dal primo comune denominatore, il Full Screen da 5.93 pollici con risoluzione HD+ (19:9).

Il cuore pulsante dei View 2 Go (Anthracite, Deep Bleen, Cherry Red e Supernova) e View 2 Plus (Anthracite, Gold e Supernova), supportato nel primo caso da 3+32 GB di RAM e storage (espandibile) e da 4+64 GB (ampliabbile) nel secondo, è rappresentato sempre un processore Qualcomm ad 8 core che, nel View 2 Go è uno Snapdragon 430 (1.4 GHz) e, nel View 2 Plus, uno Snapdragon 450 (1.8 GHz). Anche la batteria, con la capienza da 4.000 mAh, è immutata e comune.

Il sistema operativo, sia nel View 2 Go che nel View 2 Plus è Android Oreo 8.1 con interfaccia customizzata, ed ampio apporto dell’intelligenza artificiale alle fotocamere (imaging AI), esplicato in un miglior riconoscimento del viso (per applicarvi i Live AR Filters e gli abbellimenti) e del corpo (per attuare l’effetto sfumato, anche artistico nel Plus), oltre che in un miglior supporto all’HDR, e nell’applicazione delle feature “Instant Multi-frame” e “Blurless” per ottimizzare i soggetti in movimento o con poca luce (riduzione del rumore e della sfocatura). Accomunati dal 4G con supporto alle chiamate HD Voice, i nuovi Wiko View 2 Go e View 2 Plus arriveranno in commercio (con tantti accessori ufficiali) sempre a Settembre, con prezzi commisurati alle rispettive specifiche, pari a 159.99 e 249.99 euro. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Wiko è un brand che, mea culpa, ho sottovalutato: rispetto a tanti che asseriscono di proporre buone specifiche a prezzi contenuti (magari era così alle origini, vedi OnePlus), il colosso franco-cinese mantiene la promessa anche con i device mostrati a Berlino, arricchiti di bei display, sblocco facciale, RAM sufficiente al multi-tasking, e tanta intelligenza artificiale per migliorare gli scatti fotografici.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!