Iscriviti

H-ack Wine: arriva dal web la app del Rosso perfetto

Una nuova rivoluzione dal web, la app H-ack Wine per delineare la personalità e individuare il vino ideale. Lo scopo è far conoscere ai giovani i vini migliori dal nord al sud dell'Italia e approdare a H-Camp, programma di accelerazione intensiva

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 4 marzo 2014, alle ore 14:25

Mi piace
0
0
H-ack Wine: arriva dal web la app del Rosso perfetto

Non c’è mai tregua nella tecnologia e ogni giorno sono in cantiere nuove idee per sfruttare al massimo le possibiltà che il web offre. Come H-ack Wine, la sfida lanciata a 300 giovani d’Italia che dovranno sviluppare delle app per la geolocalizzazione dei vini migliori, da Nord a Sud. L’evento, promosso da Hi-Farm, ma anche con partner come Vinitily International e Cattolica per i Giovani, prevede la partecipazione di giovani con età media di 25 anni, che abbiano la passione per il digitale e inesperienza nel settore vinicolo: il loro intervento sarà proprio quello di andare a curiosare tra aziende e tipologie di vini sulla base dei gusti delle persone. 

Le aziende capofila che dirigeranno la manifestazione saranno tre, Ferrari e Allegrini e Vinitaly International, che daranno ai ragazzi un obiettivo da raggiungere senza vincoli sui mezzi per farlo, o regole sulle proposte e soluzioni avanzate dai partecipanti. Lo scopo finale è quello di invogliare alla conoscenza dei vini, ma per farlo bisogna stuzzicare la fantasia e sviluppare nella persona il desiderio di gustarlo. Sono varie e accattivanti le proposte avanzate per rendere il vino appetibile tra i giovani, troppo spesso attratti da cocktail e birre artigianali, e si parla di degustazioni personalizzate per indovinare le preferenze del vino ideale.

Per esempio, sviluppare e creare una app per individuare il vino preferito sembra una delle proposte pù gettonate che possono portare i giovani ad un approccio col vino graduale, anche se non sono intenditori. La app prevede l’iscrizione ad un programma di domande che funge da sommelier digitale, che va ad assegnare una tipologia di vino che più si avvicina alle abitudini del cliente, al suo lavoro, al suo carattere. Le domande spaziano dal territorio al cibo, dal momento in cui si desidera bere un certo tipo di vino, ma giocherà tanto sul gusto della persona. Per finire, saranno fornite informazioni su etichette e prezzo. 

Ma non finisce qui! Il programma prevede, dopo aver stabilito i vincitori del team per approdare a Hi-Champ, un soggiorno a Bordeaux, per partecipare a una serie di convegni con i colleghi degli altri partner europei per creare nuovi imprenditori appassionati di vino ma che abbiano lo spirito tecnologico, ritenuto fondamentale per dare slancio ai nuovi mercati. Una ventata di aria fresca che arricchisce le generazioni, portando ciò che di buono sa fare il digitale, anche nella scelta di un ottimo vino!

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!