Iscriviti

Google Ara: il primo smartphone smontabile in ogni suo modulo

Lo smartphone Google Ara è un nuovo e originalissimo progetto firmato Google e diretto da Paul Eremenko; è stato presentato nel Launch Festival 2014 e permette un'elevata personalizzazione del device

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 3 marzo 2014, alle ore 12:17

Mi piace
0
0
Google Ara: il primo smartphone smontabile in ogni suo modulo

Nel Launch Festival 2014, Paul Eremenko ha presentato un progetto innovativo, esclusivo e quasi futuristico denominato Project Ara; l’obiettivo di Paul Eremenko è giungere alla creazione di un dispositivo modulare, ovvero smontabile in ogni suo modulo, che permetterà una personalizzazione completa da parte degli sviluppatori e degli stessi clienti. Lo smarphone rivoluzionario di Paul (sviluppato in collaborazione con casa Google) nella sua versione commerciale verrà chiamato Google Ara.

Nella conferenza Eremenko mostra come sia facile e veloce smontare il dispositivo in ogni suo componente. Il prototipo utilizzato però non era funzionante, ma solo dimostrativo. I componenti sono collegati sul telaio attraverso un sistema di magneti che permetterà l’interazione fra i moduli.

Interessante è il funzionamento molto particolare della batteria; l’oggetto in questione avrà una capacità molto limitata e di conseguenza una breve autonomia ma, non è un grosso problema poichè il dispositivo di Mountain View avrà una funzione molto particolare: la batteria funzionerà soltanto da riserva e permetterà l’Hot Swapping, ovvero la sostituzione a caldo dei componenti mentre il cellulare è acceso.

google-project-ara

Si potrà infatti sostituire la batteria, la fotocamera o qualsiasi altra cosa mentre il sistema è in funzione. Inoltre, di questa geniale invezione verrano prodotti diversi modelli e si differenzierà la versione per sviluppatori da quella per il cliente comune. Il programmatore avrà infatti a disposizione una suite denominata MDK, ovvero Manufacturer Development Kit che permetterà di poter personalizzare il dispositivo con componenti provenienti da terze parti, e non esclusivamente da casa Google, permettendo in tal modo un personalizzazione molto variabile.

Di questo smartphone verranno fatte diverse categorie ordinate in base alle dimensioni:

  • Mini: con un display di circa 3,5 pollici
  • Medium: con un display di circa 5 pollici
  • Large: con un display di circa 6,5 pollici

Questa idea rivoluzionaria ci permetterà di poter cambiare ogni giorno le caratteristiche del nostro dispositivo; potremo infatti decidere se avere uno smartphone volto alla durata della batteria o alla performance. Queste sue caratteristiche particolari stanno attirando l’attenzione di moltissimi clienti impazienti di conoscere il suo prezzo e la data in cui giungerà sul mercato. Per ora sappiamo soltanto che i singoli componenti avranno un prezzo abbastanza contenuto tanto da poter consentire una diffusione del dispositivo molto ampia e puntare ad aggredire tutto il mercato internazionale. Aspettiamo pazientemente l’uscita.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!