Iscriviti

Coronavirus, Apple permette di igienizzare i propri iPhone. Ecco la procedura da seguire

Apple ha aggiornato il proprio documento di supporto per la pulizia dei propri prodotti specificando che è possibile usare delle salviette imbevute di alcol: un valido strumento per combattere il Coronavirus. Tuttavia, bisogna rispettare delle precauzioni.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 11 marzo 2020, alle ore 00:50

Mi piace
3
0
Coronavirus, Apple permette di igienizzare i propri iPhone. Ecco la procedura da seguire

In queste ultime settimane, la questione del Coronavirus sta tenendo tutto il mondo con il fiato sospeso. La paura che l’agente patogeno, avente come nome COVID-19, possa infettare sempre più gente sta diventando tale da costringere i governi di tutto il mondo ad adottare drastiche misure di contenimento. L’ultima l’abbiamo potuto apprezzare in Italia dove, per adesso, non è possibile spostarsi senza che ci sia un valido motivo a giustificare ciò (lavoro, salute od altra esigenza primaria come fare la spesa o comprare medicinali, ad esempio).

Oltre che per mezzo di un contatto ravvicinato con le persone infette, il Coronavirus può estendere la propria diffusione depositandosi sulle superfici. Ad oggi ci sono vari studi al riguardo: alcuni affermano che l’agente patogeno resista per un paio di ore ed altri, invece, sostengono che la sua vita possa estendersi fino a 9 giorni. Tra le superfici più pericolose rientrano anche quelle degli smartphone, dispositivi tra i più utilizzati giornalmente da un utente medio. Ad Apple questo dettaglio non è passato inosservato ed avrebbe fatto qualcosa in proposito.

Gli iPhone possono essere disinfettati con salviette, anche imbevute di alcol

Recentemente l’azienda di Cupertino avrebbe aggiornato il proprio documento di supporto sulla pulizia dei prodotti Apple indicando che è possibile disinfettare tutti i propri prodotti seguendo alcune regole. Nello specifico, Apple consiglia di utilizzare delle salviette imbevute di alcol isopropilico al 70%. Qualora non aveste questa soluzione a portata di mano, vanno bene anche le classiche salviette disinfettanti.

Si tratta di una svolta unica per l’azienda: fino ad ora l’uso di un qualunque detergente era pesantemente sconsigliato in quanto le sostanze chimiche in essi contenute avrebbero potuto danneggiare il rivestimento oleorepellente degli iPhone e degli iPad. Nonostante ciò, Apple continua a sconsigliare l’uso di molte altre sostanze come spray, solventi, sostanze abrasive, acqua ossigenata e molte altre ancora. Inoltre, nessuna soluzione deve essere spruzzata direttamente sul dispositivo, onde evitare l’eventuale penetrazione di umidità.

Ricordiamo che disinfezioni di questo tipo dovrebbero essere svolte su tutti i dispositivi che utilizziamo più di frequente: ancora non è noto quanto l’agente patogeno sopravviva sulle superfici e, di conseguenza, ciò può trasformarsi in un potente veicolo di contagio

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabio Attardo

Fabio Attardo - Che la disinfezione dei propri dispositivi elettronici sia una pratica fondamentale nella lotta contro il Coronavirus dovrebbe essere già preso come un dato di fatto da parte di tutti. Il fatto che Apple abbia deciso di "permettere" la pulizia dei propri prodotti appare, almeno da un mio punto di vista, come un gesto davvero notevole. Resta da capire perché l'azienda di Cupertino non abbia mai consigliato una pulizia di questo tipo anche prima che scoppiasse l'epidemia.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!