Iscriviti

Agcom: sempre più dispositivi mobili ma sempre meno sms

Sempre più italiani utilizzano il cellulare preferendolo alla linea fissa. Whatsapp rimpiazza invece gli sms che registrano un calo del 20%. Cresce anche la banda larga di Fastweb su Telecom.

Smartphone e Tablet
Pubblicato il 2 aprile 2014, alle ore 14:11

Mi piace
1
0
Agcom: sempre più dispositivi mobili ma sempre meno sms

I cellulari sono ormai un oggetto importante per tutti, dai grandi ai piccoli, ed il loro utilizzo è in continua espansione. Secondo l’ultimo rapporto di Agcom (Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni), infatti, gli Italiani ad usare i cellulari e gli smartphone sono quasi 40 milioni. Il nostro paese è, infatti, quello in cui si fa più uso del dispositivo mobile rispetto agli altri paesi europei. L’avvento degli smartphone, inoltre, ha contribuito molto nella diffusione dei dispositivi mobili. Secondo l’Agcom, al momento, ci sono 39.5 milioni di sim, con una crescita del 23%. Anche il traffico dati è cresciuto registrando un aumento del 32.7% nell’ultimo trimestre e del 34.3% nell’ultimo anno. A calare è invece l’uso della rete fissa con un calo annuo di circa 730.000 unità. Piano piano, quindi, sempre più italiani decidono di abbandonare la linea fissa preferendo i servizi e le comodità della linea mobile. Segno, questo, che il nostro paese sta cambiando e con esso anche le abitudini della popolazione. Il rapporto dell’Agcom, però,  fornisce anche degli altri dati importanti ed inattesi, persino impensabili fino a qualche tempo fa. Sta, infatti, diminuendo anche il traffico degli sms. Lo Short Message Service è stata una grande rivoluzione, sopraggiunta insieme alla tecnologia GSM e per diversi anni ha avuto uno sviluppo ed una diffusione su larga scala. Negli ultmi anni le cose stanno cambiando. Infatti, sempre secondo le stime dell’Agcom, nel 2013 gli italiani hanno inviato circa 76.7 miliardi di sms con un calo del 20% rispetto all’anno precedente. Gli sms in questo ultimo anno sono stati piano piano rimpiazzati, infatti, da servizi di messaggistica istantanea come WhatsApp, Line o WeChat, che permettono di comunicare con i propri contatti in rubrica utilizzando un’interfaccia ed una concezione tipica delle chat. Nell’ultimo anno è cresciuta anche la banda larga che vede crescere nel mercato Fastweb, in crescita dell’1.1%, mentre perde terreno Telecom che per la prima volta vede la sua quota di mercato al 49.8%, scendendo quindi sotto il 50%, un minimo mai registrato. Un grande cambiamento, quindi, quello che registra l’Agcom, segno dell’evoluzione e dell’avanzare della tecnologia che investe la vita di tutti giorno dopo giorno.

Video interessanti:
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!