Iscriviti

Premio Brancati, chi sono i finalisti delle varie categorie

Il Premio Brancati, un importante riconoscimento in onore dello scrittore siciliano, ha annunciato i finalisti delle categorie Narrativa, Poesia e Giovani, tra i quali sarà proclamato il vincitore nella giornata del 21 settembre a Zafferana Etnea, in Sicilia.

Libri
Pubblicato il 8 giugno 2019, alle ore 17:07

Mi piace
11
0
Premio Brancati, chi sono i finalisti delle varie categorie

Il Premio Brancati, giunto alla 50esima edizione, ha reso noti i finalisti delle varie categorie che si contenderanno il premio. Le categorie sono tre: Narrativa, Poesia e Giovani. Cerchiamo di capire qualcosa in più su questo premio, come è nato e l’organizzazione, oltre il programma e quale libro riuscirà ad aggiudicarsi l’ambito riconoscimento.

Il premio, come dice il nome, è dedicato allo scrittore di origini siciliane, Vitaliano Brancati e ha luogo nel Comune di Zafferana Etnea, paese della provincia di Catania, in cui l’autore ha scritto e ambientato molte delle sue opere. Raffaele Mangano cura la direzione artistica di questo premio istituito nel 1967 per iniziativa e volere di alcuni scrittori siciliani in onore di Brancati.

Non solo Brancati, ma anche altri scrittori di origine siciliana, come Luigi Capuana, Federico De Roberto e Giovanni Verga, trascorrevano tantissimi mesi dell’anno a Zafferana Etnea, dove ambientavano i loro romanzi e si dedicavano alla scrittura. Proprio qui è stato, infatti, ambientato e scritto “Paolo il caldo” di Brancati, che ha come scenario della storia proprio Zafferana, uno dei luoghi maggiormente suggestivi dell’Etna.

Un premio che è diventato nel corso degli anni di grande importanza e prestigio e ha avuto la collaborazione di importanti scrittori, sia italiani che stranieri, come Alberto Moravia, Pier Paolo Pasolini, Ezra Pound, Leonardo Sciascia. Un premio al quale non bisogna iscriversi, né essere raccomandati dalle case editrici. I lettori e chi lavora con i libri sono gli unici giudici del Premio Brancati.

Per quanto riguarda i finalisti, vediamo le categorie:

Narrativa: Sandra Petrignani con “La Corsara – Ritratto di Natalia Ginzburg” (Neri Pozza), Rosella Postorino con “Le Assaggiatrici” (Feltrinelli) e Benedetta Cibrario con “Il rumore del mondo” (Mondadori).

Poesia: “Historiae” (Einaudi) di Antonella Anedda, “Se ero più alto facevo il poeta” (La Nave di Teseo) di Ennio Cavalli, “Un prato in pendio” (Rizzoli) di Pierluigi Cappello.

Giovani: Rocco Civitarese con “Giaguari invisibili” (Feltrinelli), Marzia Sicignano con “Io te il mare” (Mondadori) e Leonardo Malaguti con “Dopo il diluvio” (Exorma).

I vincitori di ogni categoria saranno proclamati a Zafferana Etnea il prossimo 21 settembre.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Non conoscevo affatto l'esistenza di questo premio e mi fa piacere sia dedicato ad uno dei più grandi scrittori della letteratura italiana. Un Premio in sua memoria e onore per ricordarlo, non solo attraverso le sue opere, ma anche i suoi lasciti e l'insegnamento che ha saputo dare ad altri scrittori. In bocca al lupo a tutti gli scrittori, sperando che questo premio possa essere un monito per fare bene il proprio lavoro di scrittore.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!