Iscriviti

La Shakespeare and Company: il tempio dei libri a Parigi

La Shakespeare and Company è un luogo unico al mondo, una libreria famosa in tutto il mondo. Un vero e proprio angolo di perdizione incastonato in una delle aree più belle della capitale francese.

Libri
Pubblicato il 26 aprile 2018, alle ore 17:21

Mi piace
11
0
La Shakespeare and Company: il tempio dei libri a Parigi

Chi ama leggere potrà visitare questo tempio dedicato ai libri e alla lettura che rimane qualcosa di impareggiabile nel mondo. Chi ha visitato almeno una volta Parigi nel V arrondissement, lungo la Rive Gauche, sicuramente avrà notato questa libreria. La Shakespeare and Company è una delle librerie storiche della capitale francese. Fondata nel 1919, è stata meta di grandi letterati: da Ezra Pound a Ernest Hemingway sino a tantissimi altri che qui si incontravano.

La libreria, fondata da Sylvia Beach, in un primo momento si trovava al numero 8 di Rue Dupuytren ma, alcuni anni dopo, per la precisione nel 1921, la libreria cambiò location e fu trasferita in Rue de L’Odéon, dove restò sino agli anni ’40. E’ una libreria nota per via dei molti uomini di lettere che qui passarono per discorrere di letteratura, libri e molto altro.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, per via di alcuni assedi, la libreria venne chiusa per poi essere riaperta nel 1951 con il nome di Le Mistral, che fu un fulcro letterario per la vita dei letterati di quel periodo che si riunivano qui per discorrere di poesia, letteratura, ecc. Soltanto alla morte di Sylvia Beach, la libreria prese il nome di Shakespeare and Company, come la conosciamo oggi.

Questa superba libreria, oggi si trova nei pressi della Senna, in Rue de la Bucherie numero 37, vicino a Place St Michel ed è gestita dalla figlia di Whitman. Non è soltanto una libreria, ma è molto di più, in quanto è un luogo di incontri, di sale da lettura. Inoltre, la domenica è possibile partecipare ai sunday tea, dei veri e propri incontri con gli autori.

La libreria non è solo luogo di lettura e di incontri, ma è un vero e proprio spazio letterario in cui dilettarsi, chiacchierare di libri e molto altro. La libreria dispone anche di alcuni menù che si ispirano ad alcune opere letterarie, come appunto Festa mobile di Hemingway, noto frequentatore.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Da amante dei libri e di Parigi, ho avuto il piacere di visitare questa libreria e vi posso assicurare che è un vero angolo di paradiso. Passeggiare, girovagare tra gli scaffali permette di immergersi nel passato, nella storia del luogo portando a casa i libri dei grandi autori che hanno dato lustro alla letteratura di sempre.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!