Iscriviti
Torino

"La Grande Invasione" torna a Ivrea: il programma

Ivrea si riempie di cultura, arte, libri e letteratura grazie a "La Grande Invasione" e alla Piccola, destinata, appunto, ai più piccoli. Una tre giorni che calamita tutta l'attenzione di lettori e curiosi nella cittadina piemontese, con tantissime iniziative in vari luoghi simbolo.

Libri
Pubblicato il 31 maggio 2019, alle ore 11:34

Mi piace
8
0
"La Grande Invasione" torna a Ivrea: il programma

“È una parola”, non è solo uno slogan, ma il filo conduttore della nuova edizione de “La Grande Invasione“, il Festival della letteratura e dell’incontro con gli autori che ha luogo, dal 31 maggio al 2 giugno, a Ivrea, una cittadina del capoluogo piemontese. Tre giorni che caratterizzano la settima edizione di questo evento dedicato ai libri, i lettori e molto altro. 

Curato da Marco Cassini e Gianmario Pilo, insieme a Lucia Panzieri e Silvia Trabalza per la sezione “Piccola Invasione”, è un evento unico nel suo genere che, ogni anno, calamita tantissimi lettori, amanti dei libri e della cultura che si danno appuntamento qui. Un festival che racconta la lettura e la cultura in tutte le loro declinazioni: narrativa, saggistica, romanzi, racconti, poesie, ma anche cinema, teatro e fotografia. 

L’intero festival accoglie giornalisti, autori e scrittori, ma anche tantissimi curiosi e appassionati in vari luoghi della città per parlare di letteratura, di lettura. Come detto, i luoghi d’incontro sono disparati e vanno dalla Chiesa di Santa Marta al Museo Civico Garda, dal Teatro Giacosa allo Zac!, compresi anche librerie e ristoranti in cui confrontarsi e dibattere i vari temi che si affronteranno nell’arco della mattinata o del pomeriggio. 

Un festival ricco di tantissime sezioni: a cominciare da “Colazione e giornali“, in cui si leggono le notizie delle principali testate giornalisti dibattendo con i vari ospiti ed esperti in materia, quali Gianni Mura, Darwin Pastorin e lo scrittore francese Olivier Guez. Infine, ci sarà anche un incontro dedicato all’arte in cui si raccontano tre ritratti di donne speciali che hanno cambiato un po’ la loro visione del mondo e il modo di approcciarsi. 

La lettura è spesso accompagnata anche al cibo ed ecco la sezione dedicata ai “Pranzi Letterari“, con tutti e 12 i protagonisti del Premio Strega che raccontano il loro libro partendo da una parola chiave. Ci sono poi i vari gruppi di lettura che si danno appuntamento nei bar e nelle caffetterie del capoluogo eporediese, oltre a una sezione in cui gli scrittori raccontano le letture che maggiormente hanno amato. 

Un percorso che si snoda anche nel mondo del giornalismo, in cui si racconta questa figura partendo da giornalisti quali Enzo Biagi, Tiziano Terzani e anche Oriana Fallaci, solo per citarne alcuni. Oltre alla lettura, cibo per la mente, potete rifarvi gli occhi con le tantissime mostre che sono presentate e che si possono vedere in questi giorni, tra le quali la più attesa è sicuramente “Piccoli tasti”. 

Oltre a “La Grande Invasione”, è protagonista anche “La Piccola Invasione” con rassegne, cortometraggi, ma anche laboratori e iniziative dedicate al mondo dei piccoli con l’intervento di alcuni nomi importanti, quali appunto Chiara Carminati, Franco Lorenzoni, Daniele Aristarco e Andrea Antinori. Insomma, una sezione dedicata anche a loro, per appassionarsi alla lettura. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - La "Grande Invasione" e "La Piccola Invasione" sono due eventi straordinari per chi ama la lettura e ama confrontarsi con scrittori e autori appartenenti a questo mondo. Ho avuto il piacere di recarmi a questo festival un paio di anni fa ed è stata un'occasione unica di crescita, formazione e interesse. Spero che molti altri possano vivere questa opportunità e capire cosa significhi vivere i libri e quanto sanno dare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!