Iscriviti

"I sette peccati capitali dell’economia italiana": la recensione del libro di Carlo Cottarelli

Carlo Cottarelli, conosciuto come l'autorità della celebre "spending review", scrive secondo il suo punto di vista autorevole le pecche a causa delle quali l'economia italiana continua ad affliggersi.

Libri
Pubblicato il 27 febbraio 2018, alle ore 09:04

Mi piace
16
0
"I sette peccati capitali dell’economia italiana": la recensione del libro di Carlo Cottarelli

Carlo Cottarelli, autorevole economista conosciuto per aver guidato la spending review durante i governi di Enrico Letta e Matteo Renzi, pubblica un libro, una guida che aiuta tutti a comprendere i mali del funzionamento del sistema economico italiano: “I sette peccati capitali dell’economia italiana“.

Per Cottarelli, le piaghe che infettano l’intero sistema Italia sono sette come i vizi e le virtù; in questo caso, i peccati di cui si macchia da decenni la nostra economia sono la stringente burocrazia, l’imperante corruzione, il crollo demografico, il divario di sviluppo tra il Nord ed il Sud, l‘evasione fiscale, la giustizia lenta e l’incapacità di comprendere i vincoli economici europei.

Gli argomenti e le soluzioni proposte da Cottarelli sono presenti nelle “hit” delle promesse elettorali di ogni partito: ad esempio, come vorrebbe fare il centrodestra, Cottarelli spiega che un forte recupero dell’evasione fiscale porterebbe a recuperare fino a 150 miliardi di euro l’anno con i quali si potrebbero abbassare le tasse e ridurre il debito pubblico.

La lotta alla burocrazia è un tema caro ai pentastellati: Cottarelli evidenzia che è necessario compiere sul serio una netta riduzione delle procedure burocratiche prendendo ad esempio altri Paesi europei più floridi, con la cui riforma si attirerebbero molte aziende estere a porre le proprie sedi in Italia, portando posti di lavoro e gettito fiscale.

La creazione di milioni di posti di lavoro è l’obiettivo del centrosinistra, e nel suo libro Cottarelli punta l’occhio sui mali con i quali non si riesce a rendere più appetibile la creazione di occupazione, mettendo in chiaro anche le soluzioni migliori per risolvere uno dei più annosi problemi italiani.

Senza tecnicismi, Cottarelli, con la sua decennale esperienza nella dirigenza del Fondo Monetario Internazionale, illustra a tutti, proprio nel cuore del periodo elettorale, come si possono risolvere i tanti problemi dell’economia partendo in ogni punto dallo stato dei fatti, passando per i rimedi ed illustrando quali vantaggi porterebbero le soluzioni illustrate.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Dopo aver recensito il libro di Alan Friedman, metto in luce anche questa guida scritta da un grande esperto di economia, Carlo Cottarelli, che ha pubblicato "I sette peccati capitali dell'economia italiana". Nel libro, partendo dalle sue molteplici esperienze internazionali, Cottarelli spiega senza alcuna sorte di tecnicismo come ridurre o cancellare il peso oneroso dei sette peccati della nostra economia. Un libro da leggere per capire in che acque navighiamo e per comprendere le ricette economiche offerte dalle varie forze politiche in sede di campagna elettorale. Come per il volume di Friedman, anche il libro di Cottarelli è nei primi posti nelle vendite, segno che gli italiani cercano di capirci di più sulla realtà del Paese prima di andare alle urne.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!