Iscriviti

Arriva il "John Fante Festival" in Abruzzo con i figli dello scrittore

Per il 13esimo anno, ritorna dal 24 al 26 agosto il "John Fante Festival", una manifestazione voluta da un comune abruzzese per ricordare, omaggiare e celebrare l'autore di capolavori quali "Aspetta primavera, Bandini".

Libri
Pubblicato il 17 agosto 2018, alle ore 08:18

Mi piace
12
0
Arriva il "John Fante Festival" in Abruzzo con i figli dello scrittore

In Abruzzo e, in particolare, Torricella Peligna, dal 24 al 26 agosto si svolgerà il John Fante Festival, un tributo dedicato allo scrittore John Fante. Il festival apre al tema delle migrazioni e celebra uno dei capolavori dello scrittore, Aspetta primavera, Bandini, che festeggia gli 80 anni dalla pubblicazione e ad omaggiarlo saranno presenti i figli dello scrittore.

A Pescara, il 24 agosto, i figli dello scrittore, Jim e Victoria, insieme a Frank Spotnitz, sceneggiatore e produttore di serie tv, come X Files e anche creatore della serie I medici, celebreranno lo scrittore, ricordando i suoi lavori e parlando con i figli di John Fante, sia come uomo, come padre e anche soprattutto come scrittore.

Oltre ai figli dello scrittore, ci sono anche tantissimi ospiti quali: Eraldo Affinati, Umberto Galimberti, Ernesto Assante, Francesco Durante, Luca Briasco, Toni Ricciardi, Fabio Stassi, Alessio Romano, Tatjana Rojc, Carlo Paris e Antonio Buonanno. Inoltre, ci sarà anche l’occasione di incoronare il vincitore del Premio John Fante Opera Prima 2018 con i tre finalisti e i loro lavori. 

Il 25 agosto si avrà l’occasione di vedere il film dal titolo Le ragioni del cuore. Aspetta primavera, Bandini del regista belga Deruddere. Prima della proiezione del film, l’attrice Silvia D’Amico leggerà alcune frasi e citazioni tratte dal libro di Fante. “Avanzava, scalciando la neve profonda. Era un uomo disgustato. Si chiamava Svevo Bandini e abitava in quella strada, tre isolati più avanti.” 

Il festival, giunto alla 13edicesima edizione, è l’occasione per ricordare lo scrittore scomparso nel 1983 ed è organizzata dal Comune di Torricella Peligna. E’ anche un modo per omaggiare il padre di Fante, ovvero Nicola, un muratore originario di questo paese della provincia abruzzese. Una manifestazione unica nel suo genere per ricordare lo scrittore e di cui si possono avere informazioni maggiori consultando il sito: http://www.johnfante.org/

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Simona Bernini

Simona Bernini - Non sapevo dell'esistenza di questo festival e lo trovo estremamente interessante. Ho letto i libri di Fante e conosco il suo valore, le storie che ha raccontato. Una occasione per conoscerlo ancora meglio, onorarlo e apprezzarlo ancora di più. Inoltre, vedere e conoscere i figli dello scrittore è un ulteriore motivo per celebrarlo sotto un altro aspetto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!