Iscriviti

Xiaomi lancia un forno a microonde smart, un traduttore universale e un massaggiatore da collo

La vulcanica Xiaomi non conosce tregua e, creativa come non mai, ha appena sfoderato un nuovo forno a microonde smart e, sempre tramite alcuni brand partner, proposto due nuovi prodotti in crowdfunding: ecco di cosa si tratta.

Hi-Tech
Pubblicato il 14 agosto 2019, alle ore 10:38

Mi piace
4
0
Xiaomi lancia un forno a microonde smart, un traduttore universale e un massaggiatore da collo

Se c’è qualcosa di cui Xiaomi ha dato evidenza col suo operato, quest’ultima è senz’altro rappresentata dalla sua versatilità, che la porta a coprire i più disparati settori, tra cui anche quello della domotica e dell’assistenza alla persona, a volte mettendoci la faccia, a volte attraverso la piattaforma di crowdfunding proprietaria Youpin (e relativo mecenatismo a favore di brand terzi).

Secondo quanto riportato da alcuni media attenti alla tecnologia cinese, Xiaomi ha avviato due nuove campagne di finanziamento sociale, a favore di una coppia di nuovi prodotti (rispettivamente il 384° e il 383° apparsi online), alquanto originali, tra cui il traduttore universale “Ink Case AI Recording Pen” ed il massaggiatore da collo “Jeeback Neck+ Massager G2”.

Il traduttore universale è un cilindretto a forma di penna comodo da tenersi in mano per via delle dimensioni (7 x 1.9 x 1.27 cm, per 18 grammi), ma anche facile da agganciarsi ai vestiti grazie alla clip di cui è dotato, al cui interno è presente un microfono MEMS a lunga (6 metri) gittata, capace di captare omnidirezionalmente la fonte sonora da attenzionare, filtrandola di eventuali riverberi (nel caso si operi al chiuso) o rumori ambientali grazie ad un algoritmo proprietario, per poi registrare il tutto (in forma crittografata) sul cloud di Alibaba (120 ore annuali, 10 al mese, gratuite), localmente (16 GB), o sullo smartphone (grazie al Bluetooth 5.0) ove, sfruttando la companion app, è possibile avvalersi dei controlli dello stesso, ma anche e soprattutto ottenere la trascrizione delle traduzioni (per ora solo dal cinese mandarino all’inglese, con comprensione del linguaggio naturale e annessa segmentazione in frasi via intelligenza artificiale), e la condivisione del registrato passando per WeChat.

Provvisto d’una batteria ricaricabile via microUSB Type-C, con capienza da 300 mAh, Ink Case AI Recording Pen è disponibile alla sponsorizzazione al prezzo di circa 25 euro (199 yuan), con le prime spedizioni – ormai certe, avendo la campagna di crowdfunding superato i suoi obiettivi – che partiranno da fine mese (28 Agosto). 

Non meno economico (32 euro, o 249 yuan) è l’altrettanto interessante massaggiatore da collo Jeeback Neck+ Massager G2, concepito come una sciarpa hi-tech elegante (finiture metalliche su dominante bianca) e leggera (190 grammi) per risolvere problemi di cervicale (mediante il riscaldamento a 42° per 3 secondi della zona interessata) e fastidi derivanti da errate posture e vita sedentaria. Il tutto viene ottenuto grazie a tre testine abilitate alla stimolazione dei nervi via impulsi elettrici, in grado di simulare 3 diverse tecniche di massaggio (agopuntura, scraping, kneading), attuate in modo automatico o ciascuna secondo una scala di 15 livelli (settabili via pad, o tramite applicazione). Grazie al risparmio energetico, che mette a riposo il gadget non ravvisando per 1 minuto il contatto tra pelle e testine, raggiunge le 8 ore di autonomia, se impiegato mezzora al dì, potendosi poi ricaricare rapidamente via microUSB Type-C

Desiderando un prodotto già pronto e in commercio (dal 1° Agosto, a circa 52 euro, o 399 yuan), l’utente può virare sul forno a microonde smart Microwave Oven, realizzato per Xiaomi dal partner Mijia: in questo caso, il prodotto (10.8 kg netti) – con un bianco minimale, un mini display, due pulsanti a sfioramento ed altrettante manopole  – per la parte tradizionale mette in campo una capienza di 20 litri e sfrutta un magnetron Toshiba da 700W in grado di generare onde di frequenza pari a 2.450 Mhz ma, in ambito intelligente, in quanto dotato di Wi-Fi n, può essere controllato via app o (possedendo degli speaker smart) mediante dei comandi vocali impartiti ad Assistant o Alexa, con possibilità di impostare la potenza, la temperatura, e scegliere tra uno dei 26 programmi precaricati (tra cui sterilizzazione, 3 tipi di scongelamento, riscaldamento rapido in 60 secondi, ed 11 ricette, cui se ne possono aggiungere altre, scaricate dalla Rete). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Mi piacerebbe vedere a che punto siano giunti i forni a microonde smart, magari proprio collaudando quello citato in sede di articolo: ormai, tutti i prodotti di questo genere hanno una qualche forma di automatismo, ma - nel caso specifico - sembra che ci si sia spinti molto oltre, anche in termini di controllo remoto. Sui due prodotti appena proposti in crowdfunding da Xiaomi, personalmente sono molto più incuriosito dalle potenzialità, se ben supportato, del traduttore universale a forma di penna: tuttavia, anche il massaggiatore potrebbe rivelarsi utile, stando per molte ore fermi davanti a un PC.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!