Iscriviti

Xeneon 32QHD165 e MOBIUZ EX2710Q: ufficiali i gaming monitor di Corsair e BenQ

A Corsair, che ha messo in pre-ordine il nuovo Xeneon 32QHD165 ha da poco replicato BenQ che, sempre in tema di monitor da gaming, non si è fatta certo valer di meno, col proprio MOBIUZ EX2710Q.

Hi-Tech
Pubblicato il 6 ottobre 2021, alle ore 09:39

Mi piace
2
0
Xeneon 32QHD165 e MOBIUZ EX2710Q: ufficiali i gaming monitor di Corsair e BenQ

Quando si videogioca avvalendosi di un computer, è d’uopo disporre anche di un ottimo monitor settato ed equipaggiato a dovere, come lo Xeneon 32QHD165 (799.90 euro) appena messo in vendita da Corsair, o il nuovo MOBIUZ EX2710Q (519 euro) di BenQ. 

Dal brand californiano Corsair, specialista in accessori per il gaming, arriva nientepopodimeno che una vera e propria periferica di output, rappresentata dal monitor da gaming Xeneon 32QHD165 (732 x 607 x 316 mm, per 9.5 kg) alimentato a 90 W.

Quest’ultimo, tra cornici esili su 3 lati, adotta un pannello IPS da 32 pollici con retroilluminazione W-LED edge array, risoluto in QHD, con 1 ms di tempo di risposta (MPRT), possibilità di eliminare il tearing con GPU AMD o Nvidia (grazie agli standard AMD FreeSync Premium e G-Sync), notevole copertura del colore (98% sulla scala DCI-P3, 100% su quella Adobe RGB e su quella sRGB), 178° di angolo visuale (in verticale od orizzontale), certificazione VESA DisplayHDR 400 da cui desumere 400 nits di luminosità, con un ottimo contrasto (1.000:1).

A portata di mano destra è presente il pulsante d’accensione e quello per interagire col menu On Screen Display, col quale regolare la temperatura colore (es. per la funzione “Eye Saver”), la gamma, etc: ulteriori regolazioni si possono poi ottenere ricorrendo ai dongle Corsair Nexus o Stream Deck, o al software Corsair iCUE.

La base, in metallo con finitura grigia e logo visibile, permette di far ruotare lo schermo (che può anche esser appeso a un braccio grazie allo standard VESA 100) a destra e sinistra di 30°, di regolarlo in altezza sino a 110 mm, di inclinarlo da -5 a + 20°: una filettatura da un quarto di pollice permette, usando gli accessori Xeneon Camera Mount Adapte o Elgato Flex Arm, di montare una webcam o un microfono. In tema di porte integrate, invece, sono presenti una Display Port, due HDMI 2.0, e quattro USB 3.1 (metà delle quali Type-C). 

Dalla taiwanese BenQ invece arriva il modello MOBIUZ EX2710Q (6.8 kg). Quest’ultimo punta su un pannello, come da denominazione, da 27 pollici risoluto a 1440p, con 1 ms di tempo di risposta (MPRT), copertura del color gamut DCI-P3 al 95%, luminosità come da standard VESA DisplayHDR 400, refresh rate da 144 a 165 Hz, 178° di angolo visuale, supporto all’AMD FreeSync Premium, tecnologia proprietaria HDRi (per bilanciare luminosità e dettagli) evitando la perdita d’atmosfera necessaria dei gioci story-driven, regolazioni delle zone luminose (Light Tuner, 20 setting) o scure (Black eQualizer), e tutela della vista (funzione Eye Care). 

Nel monitor BenQ MOBIUZ EX2710Q, dotato anche di un impianto audio a 2.1 canali della controllata treVolo (formato da due speaker da 2,5W e da un subwoofer da 5W), il piedistallo permette la rotazione a destra o sinistra di 20°, la regolazione in altezza 130 mm, e l’inclinazione da -5 a +20°. Chiudono la scheda tecnica del prodotto le porte in dotazione, tra cui una DisplayPort 1.2, un paio di HDMI 2.0, una USB Type-B (per connettere il PC, quindi upstream), un jack da 3.5 mm e un paio di USB 3.0 Type-A (magari per mouse e tastiera).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Il secondo modello ha un interessante impianto audio e la tecnologia proprietaria HDRi: può essere regolato in altezza sino a 130 mm: nel primo modello, però, mi incuriosiscono le possibilità offerte dalla staffa col suo punto di fissaggio multiplo. Decisamente, dettagli a parte, due ottimi gaming monitor a cui manca poco o nulla.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!