Iscriviti

Wearable: sfida tra le francesi Withings e OnTracks (al CES 2019) e le cinesi Amazfit e Coolpad

Anche le tecnologie da polso sono protagoniste in quella che appare come la settimana più tecnologicamente briosa di quest'inizio 2019: dal CES 2019 arrivano le soluzioni delle francesi Withings e OnTracks, mentre dalla Cina rispondono Amazfit e Coolpad.

Hi-Tech
Pubblicato il 8 gennaio 2019, alle ore 12:46

Mi piace
8
0
Wearable: sfida tra le francesi Withings e OnTracks (al CES 2019) e le cinesi Amazfit e Coolpad

Tra le varie tecnologie protagoniste del CES 2019, certo non potevano mancare quelle indossabili destinate ai nostri polsi, con nuovi interessanti smartwatch salutistici proposti da Withings, ed un curioso navigatore da polso della OnTracks, annunciati proprio nel mentre in Cina diventavano ufficiali la smartband Amazfit Cor 2 ed il simpatico Coolpad Dyno.

La francese Withings, tornata in proprio, ha scelto la kermesse di Las Vegas per presentare, oltre allo sfigmometro smart BPM Core (ottimo per individuare problemi di fibrillazione atriale o alle valvole cardiache), anche due smartwatch ibridi – con 3 lancette fisiche (una per l’avanzamento dell’attività da 0 a 100) – pensati per gli sportivi, i Move (5 colori, 70 euro con spedizioni dal 5 Febbraio) e (in ottica anti Apple Watch 4) Move ECG (nero e bianco, 130 euro, con disponibilità nel secondo trimestre dell’anno): questi ultimi risultano capaci di monitorare la qualità del sonno, varie attività sportive (ciclismo, camminate, corsa, nuoto compreso, essendo impermeabili fino a 5 atmosfere), e con un’ampia autonomia, che raggiunge i 18 mesi con una batteria nel primo caso, ed i 12 nel secondo, vista anche la presenza di tre sensori per l’elettrocardiogramma (chiudendo il circuito, per 30 secondi, con le dita poste agli estremi della ghiera), poi analizzato con l’app “Health Mate“. 

Molto curioso è l’activity tracker della marsigliese OnTracks, formato da due display GuideWatches indossabili ciascuno ad un polso diverso, tramite banda elastica: una volta sincronizzati con l’app per smartphone, e scelto un percorso tra quelli esplorati dai soci della community, saranno le vibrazioni di questi device gemelli a guidare nelle svolte a destra, o a sinistra, il pubblico degli utenti di questo gadget, certo destinato (dal Febbraio 2019, tra 179 /229 dollari), a runners, trekkers, e ciclisti. 

Non tutti hanno scelto il CES 2019 per annunciare le loro novità da polso, quanto meno tra le emergenti realtà cinesi, basti pensare ad Amazfit, del gruppo Xiaomi, ed alla rivale Coolpad. 

Più economica (38 euro, o 299 yuan, colorazione nera), e tradizionale, rispetto a quanto appena visto, è la nuova Amazfit Cor 2, esteticamente uguale alla precedente, a partire dal display LCD curvo da 1.23 pollici con risoluzione da 160 x 80 pixel, sul quale visualizzare anche notifiche e previsioni meteo settimanali, posto su una cassa in policarbonato impermeabile fino a 50 metri, capace di rilevare sonno e attività sportive (passi, distanza, calorie bruciate) tramite l’accelerometro triassiale, e la frequenza cardiaca (continuativamente o a comando) grazie al cardiofrequenzimetro ottico, tenuto sul polso dal cinturino in gomma (20 mm). In compenso, le novità migliori sono celate alla vista, con una batteria più efficiente (più piccola, con 160 mAh, ma con 20 giorni d’autonomia), il modulo NFC per i pagamenti contactless, ed il Bluetooth 4.2. 

Destinato (anche nell’interfaccia) ai bambini, invece, è il Coolpad Dyno (149 euro, al netto dell’abbonamento dati e per il geo-fencing), frutto dell’omonima azienda di smartphone economici. Il wearable ha un telaio colorato blu o rosa (come i cinturini cambiabili) impermeabile IP65 con un display protetto da un vetro DragonTrail e un’autonomia di 2.5 giorni prima della ricarica via microUSB. Oltre a visualizzare l’ora, ed i passi fatti, grazie al 4G/LTE supportato dal processore Snapdragon 2100, permette di comunicare bidirezionalmente con voce e testo con una serie di contatti approvati da mamma e papà: questi ultimi, a loro volta, possono controllare la posizione del pargolo, settare delle zone di sicurezza entro cui lasciar muoversi i piccoli, e guadagnano in tranquillità grazie al pulsante SOS (premuto per pochi secondi chiama dei numeri selezionati e, in caso di mancata risposta, contatta il locale numero per le emergenze). 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Considerando che Amazfit ha il suo shop ufficiale italiano, qualche sforzo di marketing in più, per i suoi validi prodotti, lo farei: le smartband Amazfit vanno sempre a ruba, ed è un peccato non dar loro la giusta visibilità. Ottimo, lo smartwatch per i bambini, della Coolpad, anche sei i servizi accessori non costano poco, mentre il direzionatore della OnTracks è sia pratico che singolare come idea: da Withings ci si aspetta che faccia bene quello in cui è ferrata, e con gli smartwatch ibridi Move, tale assunto ha ottenuto una nuova conferma. Periodi difficili per l'Apple Watch 4?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!