Iscriviti

Ufficiali i primi portatili Latitude con Chrome OS, frutto della collaborazione DELL/Google

Nel corso di un importante evento in svolgimento negli USA, il produttore di hardware DELL ed il colosso del web Google hanno presentato i primi Chromebook della serie professionale Latitude, con specifiche scalabili, elevata sicurezza e resistenza.

Hi-Tech
Pubblicato il 27 agosto 2019, alle ore 01:33

Mi piace
10
0
Ufficiali i primi portatili Latitude con Chrome OS, frutto della collaborazione DELL/Google

Nel corso della kermesse VMworld 2019, in corso al famoso Moscone Center di San Francisco, in California, DELL e Google hanno annunciato il frutto di un’inedita collaborazione, che ha portato alla realizzazione dei primi portatili business della serie Latitude, nella fattispecie i Latitude 5300 2-in-1 Chromebook Enterprise e Latitude 5400 Chromebook Enterprise, ad essere animati da Chrome OS.

Stilisticamente, i nuovi arrivati conservano il design minimalista black della gamma, con qualche variazione sul tema, rappresentata dal logo di Chrome OS sul poggiapolsi sinistro, e dal simbolo Windows sulla tastiera sostituito dalla scorciatoia “Language”. Dettagli a parte, si tratta di due laptop professionali con display FullHD (1920 x 1080 pixel) da 13.3 (ruotabile anche di 360° per le 4 posizioni canoniche da notebook, tablet, tenda, stand) e 14 pollici, nel cui interno, resistentissimo tanto da superare 17 test di resistenza di livello militare (MIL-STD), operano processori Intel di 8° generazione, a scelta tra un basico Intel Celeron 4305U, un intermedio i5-8365U, ed un verticistico i7-8665U, abbinati a RAM (DDR4) che possono arrivare anche a 32 GB, ed a storage ultraveloci di qualità premium (quindi non eMMC), in forma di SSD (con interfaccia PCIe NVMe) financo da 1 TB

Sempre tra le componenti dei Latitude 5300 2-in-1 Chromebook Enterprise e Latitude 5400 Chromebook Enterprise, l’utente potrà ritagliarsi l’autonomia desiderata, optando per batterie a ricarica rapida (Express Charge) da 42 o 60 Whr, mentre le connettività saranno affidate a un modem per il Wi-Fi ac/Bluetooth 5.0 (sempre che non si richieda anche l’opzione per il 4G/LTE da 450 Mbps massimi). 

Il modello più piccolo esibisce ai lati due porte USB 3.1, una Type-C, un jack da 3.5 mm, uno slot per microSD, ed una porta HDMI, laddove quello più grande (il cui monitor può scendere anche alla risoluzione da 1366 x 768 pixel ed essere opzionato col touch) consente anche la connettività cablata (in virtù dell’ingresso RJ-45), ed aggiunge un’ulteriore USB 3.1.

Il software, infine, è – come già accennato – Chrome OS con l’implementazione della consolle Chrome Enterprise che permetterà agli amministratori di sistema di gestire e configurare da remoto flotte di terminali (proteggendole proattivamente), mettendo loro a disposizione VPN, documenti via cloud, e strumenti professionali specifici. 

Seppur appena annunciati, dei nuovi ma già disponibili DELL Latitude 5300 2-in-1 Chromebook Enterprise e Latitude 5400 Chromebook Enterprise sono già noti i prezzi ufficiali, con il primo esemplare che parte, per la versione base, da 819 dollari, ed il modello da 14” che principia da 699 dollari, sempre in assetto entry level. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Qualche tempo fa, i Chromebook erano poco più che dei giocattoli, tanto che Chrome OS veniva usato, al pari di alcune distro di Linux (es. Puppy), per rianimare i portatili datati. Da qualche mese però, basti vedere gli esempi di Acer e Lenovo, Google sembra voler conferire un'aura di rispettabilità al suo sistema operativo per computer, avviando delle collaborazioni hardware strategiche, proprio come nel caso ultimo di quanto visto con DELL in California.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!