Iscriviti

Ufficiali i nuovi smart display da LG, Samsung e Sony

Nel corso di una serie di eventi susseguitesi dall'inizio del mese, alcuni dei principali player in fatto di tecnologia visuale, LG, Sony, e Samsung, hanno annunciato le rispettive nuove soluzioni in ambito smart display, votati a un'ampie serie di impieghi.

Hi-Tech
Pubblicato il 13 giugno 2021, alle ore 12:08

Mi piace
4
0
Ufficiali i nuovi smart display da LG, Samsung e Sony

In ambito display e monitor smart, per l’uso intrattenitivo, professionale, da studio e misto, negli ultimi tempi non sono mancate delle novità, ad opera di brand famosi come Samsung, Sony, ed LG: eccone le serie e le specifiche comunicate, con distribuzione progressiva da qui ai prossimi mesi. 

Inaugurata nel 2020, la serie di Smart Monitor di Samsung si è arricchita di due nuovi modelli. L’M7 declina il suo 43 pollici in UHD 4K (con HDR10) e beneficia di un telecomando in plastica riciclabile caricabile oltre che via Type-C anche con la luce solare e quella delle lampade. Il modello M5, invece, elabora la risoluzione FullHD nei tagli da 27 e 32 pollici. Ambedue gli esemplari, quello grande e quello piccolo, hanno cornici esili a scopo immersività, speaker integrati, porte USB normali e Type-C, e gestiscono sia la connettività Wi-Fi che quella Bluetooth 4.2.

Sul piano delle funzionalità, sono in grado di offrire un ambiente Desktop DeX per gli impieghi professionali, ai quali dedicano anche la possibilità di visualizzare e modificare i file di Office 365 senza bisogno di un PC accanto (al quale sarà possibile comunque collegarsi in modo sicuro via PC on Screen). Il collegamento con smartphone e tablet avverrà via AirPlay 2, mirroring e semplice accostamento Tap View. Sul piano dell’intrattenimento, i nuovi smart display all-in-one di Samsung, coadiuvati dai principali assistenti vocali (Alexa, Assistant, e dal proprietario Bixby), mettono a disposizione TV Plus, una piattaforma di contenuti gratuiti (commedie e film Rakuten, news economiche Bloomberg TV+, attualità via Euronews, cartoni animati, contenuti per appassionati dei motori, della nautica, degli animali domestici, etc), e la Universal Guide, con suggerimenti personalizzati sull’esperienza d’uso dell’utente. 

Nei display professionali Bravia di Sony arrivano (con consegne secondo i modelli schedulate tra l’estate e l’autunno) le serie BZ30J e BZ35J. Nel primo caso, con diagonali da 32 (retroilluminazione Edge LED, 300 cd/m2), 43, 50, 55, 65 e 75 pollici (tutti  Direct LED con local dimming e 440 cd/m2 – nits), si tratta di pannelli LCD con refresh rate da 50 o 60 Hz, capaci di supportare i metadati dinamici (HLG, HDR10, Dolby Vision): i LED sono allineati verticalmente negli LCD da 32 e 50 pollici, mentre nelle altre diagonali si tratta di comuni LCD IPS. Sul piano elaborativo, il processore 4K HDR X1 porta in dote, onde ampliare il supporto nelle palette colori, la tecnologia proprietaria Trillluminos Pro. Ancora con la probabile implementazione di una retroilluminazione Direct LED con local dimming, i modelli da 43 e 50 pollici della serie BZ35J mettono in campo pannelli LCD con luminosità (560 – 570 nits) e refresh rate (da 100 a 120 Hz) più elevata. 

Da LG, infine, arrivano 7 monitor, con stand regolabili, per la produttività destinati al mercato consumer: a livello visivo, si tratta di pannelli LCD IPS quasi sempre flat (tranne il curvo BN77C) con diagonali da 24, 27, 29, 32 34, 35 pollici, con risoluzione FullH o UHD, aspetto panoramico a 16:9 o 21:9, opzione anti-riflesso (BN650Y). In ambito audio, risultano integrati speaker stereo, con potenze complessive da 4, 10, o 14 watt (e tecnologia MaxxAudio sul modello BN770): da segnalare che, tra tutti, uno degli esemplari (BN77C) vanta anche una USB-C con capacità di ricarica a 94W (Power Delivery).

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Non male: devo dire che l'idea dei display smart è suggestiva: di base, possono fare molte cose da sé, senza bisogno di un PC accanto, collegando direttamente mouse e tastiera wireless, visto che una pur minima capacità d'elaborazione ce l'hanno. Grazie alla qualità e alla funzioni visive, ed agli speaker, anche l'impiego intrattenitivo è garantito: il fatto che in alcuni casi siano supportati hub di contenuti, app, e assistenti vocali è la classica ciliegia sulla torta.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!