Iscriviti

ThinkStation P620: da Lenovo la workstation con processore Ryzen Threadripper Pro

Pronta a soddisfare le elevate esigenze prestazionali di settori in cui vigono le routine di lavoro basate sul multi-thread, e l'analisi di grossi volumi di dati, arriva sul mercato la workstation Lenovo ThinkStation P620, gestita da Linux o Windows.

Hi-Tech
Pubblicato il 15 luglio 2020, alle ore 01:28

Mi piace
5
0
ThinkStation P620: da Lenovo la workstation con processore Ryzen Threadripper Pro

Lenovo, brand cinese noto per aver acquistato da diversi anni la divisione PC di IBM, ha reso onore al celebre marchio dell’informatica mondiale annunciando la workstation Lenovo ThinkStation P620, presentata come il primo esemplare sul mercato, con architettura single socket, a presentare il processore AMD Ryzen Threadripper Pro concepito per le attività impostate sul multi-thread.

Concepita per l’editing audio-video, per la progettazione 3D (es. in CAD), per l’analisi di grandi volumi di dati (es. in attività assicurative o finanziarie), per la realizzazione di progetti di machine learning e data science, ma anche per gli studi di design e architettura, la ThinkStation P620 (165 x 460 x 440 mm, per max 24 kg) opta per un singolo processore, il Ryzen Threadripper PRO di AMD, dotato di 64 core, con velocità di clock sino a 4.0 GHz, supporto all’interfaccia PCIe di 4a generazione (due volte la lunghezza di banda di un PCIe 3.0) e a 8 canali di memoria.

Assieme a tale CPU, capace di superare il vincolo dei 18 core per singolo socket, e di far meglio financo dei 56 core che era possibile ottenere da un sistema dual socket, in fase di configurazione l’utente può abbinare un poker di GPU Nvidia RTX 4000 o un duetto di Quadro RTX 8000.

In fatto di memorie, avvalendosi di 8 banchi da 64 GB cadauno, la RAM DDR4 da 3.200 MHz può arrivare a 512 GB, mentre lo storage massimo culmina con un ammontare di 20 TB, ottenuti grazie a 4 hard disk meccanici da 3 pollici e mezzo (4 TB massimi ciascuno, per una somma di 16 TB) e a 2 hard disk a stato solido (quindi SSD) PCIe M.2 (da 2 TB per unità, per complessivi 4 TB).

Dotato di un sistema di dissipazione ad aria appositamente concepito da Lenovo e AMD, con un alimentatore da 1.000 W ad elevata (92%) efficienza, la ThinkStation P620 di Lenovo risulta ben attrezzata anche sul versante delle porte: nascoste alla vista su retro, assieme alla RJ45 per l’Ethernet Gigabit LAN, vi sono un Audio Line-In, un Microphone-In, una PS / 2, un Audio Line-Out, un lettore di schedine mnemoniche 15-in-1, e 6 USB Type-A (di cui 4 di tipo 3.2) mentre, davanti, a portata di mano, vi è il combo jack da 3.5 mm e 4 USB 3.2 (di cui la metà Type-C). 

Anche la sicurezza è molto curata, nella ThinkStation P20, stante l’adozione delle soluzioni proprietarie ThinkShieldThinkStation Diagnostics 2.0, e di quelle fornite da AMD, con il Memory Guard che cripta la memoria ed il Secure Processor che prima di eseguire le istruzioni del codice, provvede a validarle. Lenovo ThinkStation P620, animata da Linux (Ubuntu o Red Hat Enterprise) o Windows 10 Pro, arriverà in commercio verso Settembre, con un listino che partirà da 4.599 dollari.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - La ThinkStation P620 è impressionante: tutto sommato, pur non essendo compatta, ottimizza bene gli ingombri, riuscendo a ottenere performance per le quali un tempo non bastavano sistemi più complessi, e costosi. La sicurezza è sempre elevata nei sistemi professionali Lenovo, come pure l'affidabilità: la versatilità delle combinazioni possibili, e le tante porte a disposizione confermano la gran varietà di impegnativi campi di utilizzo cui tale prodotto è destinato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!