Iscriviti

Sony RX100 VII: fotocamera compatta con riprese in 4K e raffiche da 20 a 90 fps

Dal Giappone arriva l'annuncio di una nuova fotocamera compatta, in casa Sony, col produttore nipponico di tecnologia multimediale che, per l'occasione, ha sfoggiato la Sony RX100 VII, compatta con serie aspirazioni premium, quasi da mirrorless.

Hi-Tech
Pubblicato il 26 luglio 2019, alle ore 09:45

Mi piace
5
0
Sony RX100 VII: fotocamera compatta con riprese in 4K e raffiche da 20 a 90 fps

Sin dalla loro nascita, le fotocamere Sony RX100 si sono affermare tra le compatte con il più alto livello qualitativo, ed anche per la settima generazione di questo prodotto tale assunto può dirsi pienamente rispettato, con un modello – il Sony RX100 VII che, sempre maneggevolissimo, fa segnare un ulteriore balzo in avanti nella qualità. 

Sony RX100 VII conserva molto della passata edizione, in termini di dotazione di pulsanti, autonomia, connettività, e display touch da 3” ribaltabile (di 180°) da usarsi per i selfie o i vlog: qualche cambiamento, però, si vede già dalla sezione video che, pur permettendo di girare in 4K@30fps, a 120 fps ma in FullHD, ottenendo rallenty esagerati a 1.000 fps, ha perfezionato la stabilizzazione ibrida (sia digitale che ottica) fornendo in aggiunta un pratico attacco per il microfono esterno.

Dietro le consuete ottiche Zeiss e lo zoom variabile (da f/2.8 a 4.5, quindi a 24-200 mm) coordinato da un potente processore (60 elaborazioni al secondo in tema di AE/AF) BIONZ X, il sensore Exmor RS da 20.1 megapixel esteso su una diagonale di 1 pollice (e munito di un banco di DRAM dedicata) ora beneficia di una messa a fuoco con rilevamento fasico che fa affidamento su più punti (357).

Proprio la messa a fuoco fa segnare uno dei miglioramenti più tangibili, visto che, mutuando dei prestiti delle mirrorless full frame Sony Alpha 9 e Alpha a6400, è possibile ottenere un rapidissimo (0.02 secondi) autofocus, e si può tenere sempre a fuoco l’elemento scelto, riconosciuto grazie all’intelligenza artificiale, in virtù di un sistema di sistema di tracking in real time, che viene applicato anche al viso di esseri umani ed animali qualora si opti per l’eye tracking.

Per le raffiche, senza che avvenga l’oscuramento del mirino (occultabile), è possibile spingersi sino a 20 fotogrammi per secondo, ma – accettando che l’esposizione e la messa a fuoco restino bloccati solo per 7 scatti – ci si può spingere sino a 90fps: quanto basta, comunque, per esser certi di non perdere alcun instante importante di un dato evento o di una certa azione. 

Secondo quanto comunicato dal colosso di Minato, la Sony RX100 VII arriverà in commercio ad Agosto con un prezzo di 1.300 euro affiancando, nel listino, la precedente VI che, verosimilmente, verrà soggetta ad un leggero deprezzamento. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Sino a qualche anno fa, ero poco interessato nel conoscere le tecnologie fotografiche, preferendo le classiche macchinette “punta e scatta”: tuttavia, nell'epoca degli smartphone, e meglio ancora dei cameraphone, con i moderni telefoni che mettono in campo grandangolo, sensore telescopico, e modalità pro sempre più evolute, era ben difficile non appassionarsi alla nobile arte della fotografia, così ben attenzionata anche dall'ormai imminente compatta Sony RX100 VII.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!